30 stili di capelli ombre da non perdere! [FOTOGALLERY]

L’ombre hair si ripropone pesantemente anche nel corso del 2015: ecco una fotogallery imperdibile!

ombre-hair-2015

L’avevamo positivamente intravisto nel corso del 2014, e lo ritroviamo prepotentemente e gradevolmente anche nell’estate 2015: parliamo dell’ombre hair, una nota modalità di schiaritura che ha lo scopo di rendere il colore della vostra chioma particolarmente luminoso, ed ottenibile solamente dopo una lunga estate trascorsa sotto i raggi del sole. Il tutto, senza però correre i rischi che la prolungata esposizione ai raggi solare potrebbe determinare!

L’ombre hair è dunque particolarmente indicato per quelle persone che desiderano poter ravvivare la propria chioma, dandole un tocco di naturalezza, e senza comunque rinunciare alla possibilità di poter approcciare con uno stile chic, che – come abbiamo avuto modo di esporre nella nostra fotogallery odierna – possa essere premiato attraverso la scelta di colori più o meno eccentrici.

Leggi anche: Come avere dei capelli mossi da favola con l’ombre hair

Inoltre, in aggiunta a quanto sopra, ricordate che rispetto ad altre tecniche di colorazione e decolorazione necessita di un’attenzione e di una manutenzione minore. Pertanto, si tratta altresì di una tecnica che è ben consigliabile alle donne più pigre, che desiderano ridurre la frequenza dei propri passaggi dal parrucchiere.

ombre hair

Detto ciò, e fatte salve le debite semplificazioni, ricordiamo ancora una volta come in realtà per poter effettuare l’ombre hair sia sufficiente ripercorrere le stesse indicazioni già rese “famose” dallo shatush. Con la differenza – non certo irrilevante – che mentre nello shatush si cerca di creare un impatto graduale su tutta la chioma, nell’ombre hair si punta preferibilmente sulle punte, separandole – concettualmente – dal resto della chioma.

Leggi anche: Nuovo trend di capelli, l’ombre hair si ripropone anche nel 2015!

Dunque, l’effetto dello shatush è reso meno naturale, con una netta differenza di tonalità tra le radici e le punte. Il risultato è comunque straordinario: sia sufficiente una rapida consultazione della nostra fotogallery per averne una chiara idea!

Fonte: CreativeFan