47 tagli alla maschietto, una fotogallery per ritrovare la femminilità!

Una fotogallery per valutare e rivalutare i fantastici pixie cut, capelli alla maschietto, in tagli più o meno estremi!

1 di 47

tagli-maschietto

Vengono chiamati capelli alla maschietto, o alla maschiaccio. Ma in realtà non si tratta di niente di tutto ciò. Perchè se è vero che il fascino dei pixie cut resiste da decenni, è altrettanto vero che nel corso degli ultimi mesi abbiamo visto delle radicali rivisitazioni di questo intramontabile e affascinante look, tanto da eleggere i pixie tra i tagli più in voga del momento.

Detto ciò, difficilmente smentibile, rimane da chiarire il punto più arduo: come poter individuare il giusto pixie cut per le proprie caratteristiche di stile? Naturalmente, un buon punto di partenza non potrà che essere la consultazione della nostra fotogallery, che vi metterà a contatto con decine di straordinarie alternative che potrete valutare con calma, nell’ipotesi di poterle “indossare” nella prossima stagione.

Capelli alla maschietto

In linea di massima, ci permettiamo di ricordare ancora una volta come il pixie cut non debba essere tropo aderente alla testama – di contro – debba essere in grado di ispirare leggerezza e dinamismo. Pertanto, il nostro suggerimento è di provare a spettinarlo leggermente ai lati e sulla nuca. Se il viso è molto quadrato, vi consigliamo inoltre di concentrare il volume sulla parte alta della testa, con ciocche che – sfuggendo lateralmente dal vostro taglio – potranno cercare di addolcire i contorni.

Se invece avete un viso tondo e desiderate poter sfoggiare un pixie cut, il taglio dovrà essere cortissimo lateralmente, al fine di dare l’impressione di incrementare l’altezza degli zigomi, e donare un maggiore volume al volto.

Infine, ci permettiamo altresì di ricordare una dura realtà: il pixie cut sarà anche bellissimo, ma non è un taglio adatto per tutte le donne e, soprattutto, per quelle donne che hanno in mente di non recarsi troppo spesso dal parrucchiere. Il pixie è infatti un taglio che deve essere costantemente “rinfrescato” (sostanzialmente, almeno una volta ogni 40 giorni), visto e considerato che se si lascia passare più tempo, il rischio è che le geometrie faticosamente conseguite possano andare sprecate.

Considerata l’eterogeneità degli stili sottoposti, siamo convinti che la nostra fotogallery di oggi potrà soddisfare le richieste di molte delle nostre appassionate lettrici. Ogni giorno arrivano in redazione tantissime email che ci domandano di poter disporre di maggiori opportunità alternative per poter acconciare al meglio il proprio capello corto… e questa fotogallery è solo una delle tante dimostrazioni del nostro affetto nei confronti di tutte quelle persone che hanno scelto di darci un taglio con il proprio look.

I capelli corti sono d’altronde dei tagli che possono conferire straordinari valori aggiunti per quanto concerne comodità, ampiezza e possibilità di poter personalizzare con facilità il proprio look. E da diversi mesi, in tal proposito, ci siamo soffermati nel ricordare come – qualsiasi sia il vostro look di capello corto prescelto – l’opzione dei capelli corti sia di gran lunga una delle più convincenti.

30 tagli luglio

Introdotto quanto sopra, non vi rimane che sfogliare la nostra fotogallery e cercare di capire se al suo interno possa essere individuata qualche opzione di stile che ritenete particolarmente convincente. Una volta individuato il look che ritenete possa fare maggiormente al caso vostro, fermatevi per qualche minuto a riflettere se possa effettivamente essere adatto al vostro caso.

Capita infatti molto frequentemente che un taglio intravisto positivamente all’interno di una fotogallery su schermo, o sulle pagine dei settimanali di gossip, possa improvvisamente tramutarsi in un clamoroso autogol sul vostro capo. Dunque, per ogni taglio che vi aggrada, cercate di comprendere se quel determinato look possa essere effettivamente utilizzabile anche con la vostra personalità, o se sia invece meglio cercare di virare verso altri stili che possano premiare meglio quello che volete comunicare all’esterno, valorizzando magari i vostri punti di forza e – ove possibile – celando qualche difettuccio.

Superata anche questa fase di esame di coscienza, parlatene con qualche bravo parrucchiere di fiducia, valutando insieme a lui (o lei) se sia o meno il caso di scegliere quel look: spesso la consulenza di un hairstyle esperto saprà mettere in luce dei potenziali problemi di stile, evitando dunque che la scelta possa provocare delle sgradite sorprese, una volta terminato il taglio.

Ancora, se avete i capelli molto ricci, cercare di tagliare i capelli molto corti al fine di eliminare l’effetto crespo. Idem se avete i capelli molto mossi, mentre con un taglio poco mosso il pixie cut potrebbe essere allestito con maggiore facilità. E voi che ne pensate? Vi attraggono i pixie?.

sarah-harding

1 di 47