Acconciature

55 idee per capelli biondi, bruni, sfumati e decolorati!

Una ottima fotogallery con 47 alternative per i capelli biondi e bruni, con tendenze sfumate!

1 di 55

Tecniche come lo shatush e il balayage si erano diffuse in maniera convinta, garantendo poi adeguate soddisfazioni anche nei trimestri che seguirono. Ebbene, se quanto sopra è innegabile, altrettanto veritiera è la possibilità di potersi avvantaggiare di tali trend anche nel corso del 2017, quando le tecniche di decolorazione permetteranno alle donne di poter fruire di ulteriori valori aggiunti nella realizzazione di acconciature ancora più al top!

In tal senso, una delle decolorazioni più gettonate continua ad essere lo shatush. Una tecnica che, nonostante la sua non giovanissima età, continua ad essere richiestissima dalle star internazionali, potendosi dunque garantire un ruolo di primo piano. Attraverso tale tecnica i capelli appaiono infatti schiariti in maniera naturale e duratura, senza che sia necessario sottoporsi a continue riparazioni dal parrucchiere (la modalità di decolorazione può infatti essere combinata con la ricrescita, e con i consueti riflessi sbiaditi, tipici dell’estate).

In aggiunta allo shatush, continuano ad essere molto richieste tecniche come il balayage, le storiche meches, il dip-dye, i colpi di sole più tradizionali e tanto altro ancora. Fruendo in maniera opportuna e accurata di tali tecniche, ogni donna potrà ricreare il proprio effetto decolorazione in modo semplice e immediato, garantendosi dunque dei risultati duraturi in grado di far impallidire le proprie amiche e le proprie colleghe!

A ulteriore supporto di quanto sopra, è possibile aggiungere dei prodotti che possono accompagnare la donna al mantenimento dell’effetto sole, o alla generazione di un’accelerata nella formazione di tale gradito effetto, senza dover attendere la schiaritura naturale e senza dover ricorrere alle cure del parrucchiere. In commercio diversi prodotti delle più note marche (da L’Oreal Paris a Collistar) possono fare al caso vostro.

A darci una mano è Glamour, visto e considerato che il magazine ha intervistato diversi hairstylist di particolare fama, ottenendone ampie soddisfazioni in relazione allo sforzo di sintesi interpretativa su ciò che sta succedendo (trovate qui l’approfondimento completo). Qualche esempio?

Salvo Filetti, della Compagnia della Bellezza, che spesso abbiamo citato nelle nostre pagine nel corso di questi anni, precisa che l’importante è che sia “un biondo totale, assoluto, puro e trasparente, che dal colore petalo rosé si dirama verso cromie che mantengono ombreggiature glaciali, fino ad assecondare nuance perlate, mielate o vanigliate“.

Ian Michael Black, Global Artist Director Hair Color di Aveda, afferma invece che non è possibile individuare una tendenza predominante. “Oggi si punta sull’individualità” – afferma – “non si tratta di un look. Il biondo può essere tante cose e può essere vissuto e interpretato in modi diversi da persone diverse. È tutta una questione di rendere più raffinate le varie sfumature del biondo in modo da sentirlo davvero speciale”.

Quello tra il biondo e il nero è d’altronde un mix di sfumature non nuovo. Da diversi mesi si tratta infatti di un trend piuttosto ricercato, che siamo certi possa garantire adeguate soddisfazioni alla vostra chioma. Un look che può esser inoltre integrato in mille diverse declinazioni, accontentando pertanto sia coloro le quali cercano una maggiore eccentricità, e sia quelle che invece cercano uno stile meno radicale.

Le alternative non mancano di certo. Già qualche settimana fa ricordavamo come fosse possibile puntare ad una rapida decolorazione con la chioma bionda nella parte superiore, e un inscurimento profondo, verso il nero, sulle punte. In opposto, come potrete vedere sul nostro sito in diversi approfondimenti, potete anche cercare di individuare un look più alternative, con trecce bionde e una parte centrale scura. L’effetto sarà comunque desiderabile, forte e deciso. Se volete qualcosa di meno eccentrico, potete realizzare un ciuffo scolorito su capigliatura nera, garantendovi un tocco di trasgressività all’interno di uno stile comune e, in fondo, un buon mix tra la voglia di confermare il proprio tono e quella di cambiarlo in maniera più rock.

Ad ogni modo, il nostro consiglio non può che essere il medesimo da diversi anni a questa parte. Guai a fare da sole! Meglio rivolgersi a un parrucchiere professionista che, oltre a utilizzare i migliori strumenti e ad applicare i migliori prodotti, possa altresì condividere con voi la migliore soluzione di stile.

1 di 55

Previous ArticleNext Article
Informazioni biografiche