Il biondo d’inverno: quale nuance scegliere? Ecco 25 colori da condividere!

Spesso associamo il biondo alle calde giornate estive e al piacevole contrasto che la tinta offre con la pelle abbronzata.

biondi biondi

L’estetica che traspare da questa scelta può, al contempo, accompagnare con tanto buon gusto le giornate invernali, soprattutto se la nuance si scopre leggermente meno accesa e più votata ai colori freddi.

Il biondo d’inverno può avvicinarsi al cenere se la carnagione si propone impeccabile e se si possiede un’allure estremamente elegante. Le tinte fredde chiedono, infatti, la massima cura nello styling e l’impiego di colori glossy che sanno ravvivare con grazia le sfumature. Solo in questo modo i biondi cenere possono essere sfoggiati con stile ed eleganza. Le potenzialità di questa tinta non hanno un’età, in quanto il biondo freddo sa accompagnare sia le ragazze più giovani con tanto buon gusto, sia le donne più mature, donando un effetto di immediato pregio stilistico.

photo-5-1024x1024 photo-5-1024x1024-1024x1024

Una soluzione invernale molto piacevole è rappresentata dal biondo scuro, una nuance che si avvicina al castano chiaro ma mantiene la sua essenza bionda. Questa tintura si rivela perfetta nei mesi invernali in quanto accompagna con gusto le cromie di stagione e non subisce alterazioni di sorta dovute al sole o alla salsedine. Il biondo scuro si propone perfetto per le lunghezze importanti, in quanto dona un risultato curato e adulto, evitando il tanto temuto effetto ‘barbie’.
Le tendenze dell’anno che si sta chiudendo, le quali abbracciano anche i mesi invernali del prossimo 2015, hanno quindi decretato il successo di questa nuance, voluta su chiome lunghe e anche ricce. L’accostamento della tinta con un abbigliamento ispirato all’eleganza anni ’70 si rivela perfetto quando è abbinato con stampe geometriche dai colori caldi e sa accordarsi a dettagli hippie anche sui capelli, come treccine e broche metalliche dalle forme floreali.

Il biondo caldo sa infine donare stile anche nelle versioni lisce, soprattutto nei raccolti a pony tail, ideali per gli appuntamenti giornalieri, in quanto rigorosi e caratterizzati da una sobria eleganza.

Una nuance adorata nella stagione invernale è il biondo riflessato rosso. Questa audace tinta può essere scelta dalle giovanissime, ma anche dalle donne più mature che presentano tratti leggeri e delicati. La contrapposizione fra il biondo di fondo e i riflessi aranciati donano, infatti, un twist unico all’insieme e si propongono caldi e avvolgenti. Niente di meglio, quindi, per riscaldare le fredde giornate invernali, anche perché la tinta si accorda con garbo ai colori di stagione, come la palette dei marroni, dei grigi e dei blu profondi. Il biondo scaldato di rosso può, infine, diventare protagonista di acconciature scenografiche se la chioma si presenta fluente, soprattutto a base di trecce interne oppure ispirate al mondo dell’est Europa. Gli accessori giusti per questa tinta si rivolgono alla pelle marrone, ma anche al velluto nero e alle fasce in lana, vero must di stagione. I metalli, quindi le broche floreali e gli inserti di tessuto si accordano infine alla perfezione con il biondo rosso e possono scaldare un look anche minimale, grazie alla sola resa cromatica dei capelli.

 

Bello, avvolgente e facile da portare, il biondo rosso si rivela come il biondo invernale forse più audace, ma sicuramente come la tinta dalla migliore resa cromatica.