Blush: Trovare quello di giusto abbinamento per i propri capelli!

Come abbinare il giusto blush alla propria tonalità di capelli!

scelta blush

Generalmente è il colore dei capelli che viene abbinato al proprio incarnato. Niente tuttavia vieta di abbinare un buon blush al proprio tono, e sperimentare in tal modo la linearità della propria scelta. Ma come poter individuare il miglior blush?

Leggi anche: 30 acconciature di capelli corti per chi ha la pelle scura

A darci qualche consiglio è Mirko Tagliaferri, make up artist e personal looker di attrici e modelle, che sulle pagine di StarBene induce a qualche buona riflessione: “guarda le vene del polso: se sono verdi e blu, l’incarnato è medio, tipo olivastro; se sono blu, la pelle è fredda, perciò chiara o pallida; se sono verdi, la tua carnagione è ambrata o ebano”.

blush-00

Leggi anche: Pelle luminosa per l’estate 2015, ecco come fare!

Che fare, allora? “Nel primo caso, preferisci le sfumature albicocca, pesca e arancio, anche abbinate insieme, che “scaldano”” – ricorda Tagliaferri -“Nel secondo, opta per le tonalità rosa, dal baby, al confetto al cipria che fanno subito effetto salute e danno luce. Se l’incarnato è scuro o anche solo molto abbronzato, osa i rossi, i bordeaux e i prugna, da sfumare come le terre e bellissimi lucidi“.

Per quanto concerne le texture, la polvere si sfuma meglio, mentre la crema rimane visibile in modo più accentuato, e dura più a lungo. Fatto ciò, non vi rimane altro da fare che individuare il giusto modo per stenderlo. Per avere un look solare e caldo è bene spargerlo nella zona degli zigomi, mentre per avere un colorito arrossato (un pò come se aveste fatto una bella corsa!) conviene stenderlo al centro della guancia, come se fosse una goccia. Se desiderate slanciare il viso procedete a stenderlo a forma di “c” tra la fronte e lo zigomo, mentre per fornire uno sguardo più luminoso, potete applicarlo nella zona oculare.