Guide

Capelli cotonati: come dare volume ai capelli senza danneggiarli

Tipico look degli anni ‘50-60, i capelli cotonati tornano a essere i protagonisti della fine dell’estate.

1 di 16

capelli cotonati

L’effetto vintage è ormai diffuso nella società moderna. Stanchi di un mondo dove la tecnologia, a volte, prende troppo il sopravvento, le mode e le abitudini degli anni passati tendono a riemergere con la loro eleganza e sobrietà. Anche i capelli cotonati sono tra le tendenze più diffuse del momento. Con il loro volume riescono sempre a dare un effetto elegante adatto a serate in spiaggia per festeggiare la fine dell’estate.

Ma non sempre i capelli cotonati sono la scelta migliore. Bisogna saperli fare, altrimenti il meraviglioso look di una notte si trasformerà in un incubo fatto di doppie punte e capelli rovinati per sempre. Il solo pensiero ti fa rabbrividire, vero? Tranquilla, sei in ottima compagnia. Ecco perché oggi voglio accompagnarti passo passo nell’acconciatura, spiegandoti come crearla in maniera sicura e quali sono i pericoli della cotonatura.

Come cotonare i capelli: il procedimento

cotonare i capelli

Inizia sempre con i capelli pronti per essere acconciati, lavali con uno shampoo volumizzante e del balsamo. Concentrati particolarmente sulle estremità. Poi pettina delicatamente per definire lo stile dei tuoi capelli cotonati. Pettinarli prima della cotonatura ridurrà in modo sensibile lo sviluppo di nodi.

Usa uno spray testurizzante dalle radici per modellare i capelli come desideri. Questo permetterà anche di dare il massimo volume con il minimo danno. Utilizza un pettine a codone che non dà colpi troppo aggressivi e comincia a pettinare all’indietro. Parti dalla metà dei capelli alla base per ottenere un effetto bello pieno e uniforme. Un ultimo tocco di spray volumizzante servirà a impostare la pettinatura per definire bene l’altezza del tuo look.

Questa tecnica è la più efficace e sicura. Potrai, così, riuscire a districare e sciogliere i capelli cotonati quando dovrai lavarli o avrai voglia di un nuovo restyling. In caso di nodi, usa un pettine a denti larghi per districarli e assicurati di utilizzare un prodotto che mantenga i capelli morbidi e sani.

La cotonatura non è però un’acconciatura da portare tutti i giorni, ma va sfoggiata soltanto in occasioni speciali in cui è necessario presentarsi con stile e classe.

Come funziona la cotonatura? Entriamo nel tecnico

capelli cotonati svantaggi

Devi sapere che i capelli sono coperti da piccole squame chiamate cuticole. Nel momento in cui il capello cresce, le cuticole si adeguano e si formano in modo tale che il bordo anteriore delle stesse sia rivolto verso l’estremità del fusto del capello.

Il pettine, quando viene passato, raschia il bordo della cuticola nella direzione opposta. Questa significa che la cuticola si solleva, distinguendosi dal fusto del capello. Più questa si solleva e più volume avranno i capelli cotonati, perché ogni piccolo pezzo di cuticola spingerà via il fusto che gli si trova accanto. In questo modo è possibile creare quanto volume si desidera, perché si va a modificare proprio la struttura del capello stesso.

Capelli cotonati: svantaggi

La cotonatura fa male ai capelli. Lo sai tu e lo sappiamo tutti. Nel momento in cui i piccoli pezzi di cuticola si sollevano, non torneranno mai più nella loro posizione iniziale. Non importa quello che farai ai tuoi capelli cotonati, diventeranno sempre più sfibrati e si staccheranno. E quando gli strati di cuticole vengono rimossi, i capelli si danneggiano e nascono le tanto odiate doppie punte.

Semplificando, puoi paragonare le cuticole alle tegole dei tetti. Quando sono posizionate bene e sono lisce e ordinate, il tetto proteggerà la tua casa dalle intemperie del tempo. Ma una volta che le tegole si sollevano, si staccano e lasciano degli spazi che la pioggia utilizzerà per entrare in casa. Le cuticole danneggiate non ti faranno piovere in casa, ma ti lasciano capelli sfibrati e deboli.

Come dare volume ai capelli senza danneggiarli?

cotonatura capelli

1 di 16

Previous ArticleNext Article