Carré: un taglio, molte varianti.

Il carré, un taglio di capelli dalle tante varianti. Vediamo qui, insieme, come si può esaltare questa acconciatura a seconda del proprio stile.

Carré

Il carrè, un taglio ultracentenario ma che si porta molto bene i suoi anni. Anzi, a dirla tutta è proprio un taglio di capelli giovanissimo. Già: ogni anno si declina in mille e mille varianti, tantissimi stili che diventano ideali per tutte le donne. Si, è lui: il carré (o bob, sta a voi decidere come chiamarlo!).

Il carré: una sfilata di  varianti per la tua acconciatura

carré

In questa galleria ti sottoponiamo tante proposte per adattare questo taglio al tuo stile, alla tua personalità, ai tuoi tratti. Seguici e prendi spunto.

Le onde morbide del carrécarré

Acconciarsi i capelli con delle morbide onde è uno dei modi per dare movimento a questo bob quando hai le punte con una maggiore lunghezza davanti. Questo taglio è una delle più lampanti testimonianze della versatilità del carré.

Il carré e la riga al centrocarré

Ecco una versione minimalista del nostro taglio. La riga al centro è l’ideale per i bob con lunghezze pari e visi ovali.

Un po’ di vintage non guasta maicarré

Queste onde un po’ piatte sul davanti e di lato rimandano un po’ alle acconciature di fine anni venti/inizio anni trenta, di quando il mondo femminile iniziava ad affermare la propria indipendenza ricusando ruoli da comprimaria subiti da secoli. E’ l’ideale per serate eleganti ed occasioni importanti. Infatti le onde sui carré sono state portate in trionfo in tutti i red carpet in questo inizio del 2016!

Come… Valentina!carré

Il famosissimo carré di Valentina (quella del compianto Guido Crepax) è in grado di stuzzicare le fantasie più proibite, proprio perché riporta immediatamente alle avventure della più sensuale delle protagoniste di fumetto degli ultimi decenni. Avete un animo sensuale come quello di Valentina? Vi piace che si noti? Osatelo!

Un carré da… sbarazzine!carré

Eccola, piena di grinta, freschissima, sbarazzina: è la versione del carré dai risvolti un po’ punkeggianti che fa finta di essere disordinato ed anche grazie alla scalature dona allegria e vivacità ad uno dei tagli più classici. Oltretutto questa versione del carré può correggere qualche eventuale asimmetria del viso perché redistribuisce le proporzioni. E poi… ringiovanisce! J

Anni cinquantacarré

Riga laterale, volumi e morbidezza: questa è la variante “anni cinquanta” di questo haircut, vista e rivista (ma con quanto piacere!) su alcune teste holliwoodiane: l’intramontabile Liz Taylor, la bomba sexy Marilyn Monroe e l’affascinante Ava Gardner. Tutte con questo tipo di carré.

Indietro tutta!carré

Netto, deciso e rigoroso: con la capigliatura tutta tirata all’indietro l’aria minimalista dona rigore formale al nostro bob. Molto, ma molto gel sulla capigliatura, anche asciutta, ma meglio se umida. Sposa tutti i colori, ma il sale&pepe è proprio la morte sua!

Ondulato? Si, grazie!carré

Pensavate per caso che questo taglio fosse un’esclusiva delle “lisce&dritte”? No, niente da fare! Il carré è un taglio talmente versatile che si adatta a tutte le nature di capelli. Le ondulazioni, ad esempio, lo sdoganano da quel mood “troppo composto” a detta di qualche sua denigratrice. Caschetti mossi, quindi, sia medi che corti!

Le ciocche… sfilate!carré

E’ la variante più originale e personalizzata. La capigliatura, infatti, viene tagliata per adattarla al volto, facendo in modo che incornici con grazia l’ovale e ricreando le giuste proporzioni tra collo e mento. Il viso tondo e quello triangolare ne trarrà grandi benefici perché dà equilibrio alle proporzionalità del primo e mette in risalto i tratti particolari del secondo.

Come lo gradisce il carré? Simulato, grazie.carré

Desta curiosità questa nuova moda nell’indossare il carré: simulato. E, cioè, tirando la capigliatura all’indietro realizzando poi, una vistosa ondulazione proprio dietro la nuca, verso l’interno. Un aplomb molto originale!

Il carré ricciocarré

Ultraversatile ed anche ultrapratico il carré per capigliature ricce. Non necessita di grandi messe in piega, è sufficiente l’utilizzo del prodotto giusto per lo styling ed abbiamo risolto. Un’unica avvertenza evitate il “poodle effect” (avete presente i barboncini?), facendo sì che le ciocche non soffrano di troppa scalatura ma non siano neanche scalatissime.

Ed ora, tante altre variazioni sul teme con la nostra

PHOTOGALLERY