Make Up

Come togliere lo smalto semipermanente: i consigli degli esperti

Lo smalto semipermanente è una vera e propria rivoluzione nel campo della nail art, poiché ha la meravigliosa caratteristica di saper associare la tenuta delle ricostruzioni con il gel alla favorevole praticità dello smalto comune.

come togliere lo smalto semipermanenteLo smalto semipermanente ha le caratteristiche dei prodotti fotoindurenti in gel, ovverosia la capacità di rendersi duro sotto l’azione della luce del sole o di sorgenti luminose apposite. Così come è utile sapere come applicare lo smalto semipermanente è evidente che è altrettanto utile sapere come togliere lo smalto semipermanente.

I vantaggi dello smalto semipermanentecome togliere lo smalto semipermanente

Uno dei vantaggi più evidenti dello smalto semipermanente è sicuramente quello di poter eseguire da sole, a casa propria e senza neanche l’aiuto di un professionista (un’estetista, ad esempio) l’applicazione di uno smalto che dura tantissimo e che, proprio come una ricostruzione in gel, avrà anche una tenuta più che eccellente.

Quindi possiamo dire, senza tema di smentita, che si tratta di un’“invenzione” ideale per tutte coloro che, pur amando di avere le proprie mani sempre perfettamente in ordine e ben curate, non possono trovare il tempo per recarsi nei saloni degli estetisti e che di conseguenza cercano una soluzione che abbia il crisma della professionalità ma che possa essere eseguita anche comodamente nelle proprie case ed abbia una durata lunga, se non lunghissima.

Semplice da applicare, ma come togliere lo smalto semipermanente?come togliere lo smalto semipermanente

Proprio il fatto che sia estremamente facile da applicare, abbia una tenuta molto lunga ed abbia caratteristiche i brillantezza molto evidenti ne hanno fatto un articolo rivoluzionario e tutte le donne lo apprezzano moltissimo perché, sebbene sempre più applicate alla propria vita lavorativa, fatta di mille impegni e poco tempo da dedicare a se stesse, non hanno alcuna intenzione di non avere attenzioni per la cura del proprio look.

Ma, assodato che è un prodotto facile da applicare, di lunga durata e tenuta e bello a vedersi, sarà altrettanto semplice da rimuovere? Niente paura, anche la rimozione è semplice e veloce, così come l’applicazione.

Siamo sicuri di quest’affermazione anche se contrasta con il pensiero di molte donne: “se ha una lunga durata ed una tenuta tenace, sicuramente sarà difficile da eliminare”. Niente di più sbagliato: come togliere lo smalto semipermanente è un’operazione semplice e veloce: poco tempo e, soprattutto, pochissimi “attrezzi del mestiere” per rimuoverlo.

Vediamo nel dettaglio come togliere lo smalto semipermanentecome togliere lo smalto semipermanente

Poche operazioni per rimuovere lo smalto semipermanente in modo veloce e, quel che più conta, senza rischiare un danneggiamento alle unghie e conservandone la salute, innanzitutto ed anche la loro bellezza.

Come togliere lo smalto semipermanente: i ferri del mestiere

Per rimuovere questo tipo di smalto occorre dotarsi di:

  1. Una soluzione solvente specifica per gli smalti sempipermanenti;
  2. La vostra limetta per le unghie, scelta tra quelle con una durezza inferiore;
  3. Del cotone idrofilo.

Tutto qui…

Come togliere lo smalto semipermanente: le cose da farecome togliere lo smalto semipermanente

  1. Prima di tutto procediamo con una bella limata alle unghie sulle parti superiori, in modo tale che venga rimosso lo smalto: attenzione a porre molta cura nel non essere troppo energici in quest’operazione per evitare di arrivare allo strato superficiale dell’unghia che verrebbe, di conseguenza rovinata.
  2. Dopo che abbiamo terminato di eliminare un discreto strato del nostro smalto semipermanente per il tramite della nostra brava limetta, passiamo alla seconda fase: l’utilizzo del solvente apposito. Prendiamo il cotone idrofilo ed imbeviamolo nel solvente specifico per questo tipo di smalti, appoggiamolo sulle unghie fino a che esso abbia il tempo di sciogliere quanto di smalto semipermanente è rimasto sulle nostre unghie. Un buon sistema è quello di comprimere il batuffolo di cotone imbevuto del solvente sull’unghia e poi avvolgere la stessa unghia con tutto il batuffolo utilizzando la carta stagnola, per poi lasciare agire l’”impacco” per almeno un quarto d’ora.come togliere lo smalto semipermanente
  3. Passato questo quarto d’ora rimuoviamo l’impacco e puliamo con molta accuratezza le unghie. Non pensate di poter applicare immediatamente di nuovo lo smalto semipermanente: non sarebbe una buona idea: la prassi più consigliata è quella di applicare sulle unghie uno smalto di quelli trasparenti e rinforzanti, attendere almeno qualche giorno e poi, finalmente, riapplicare lo smalto semipermanente.

Visto applicare da sole, così come togliere lo smalto semipermanente, sono operazioni davvero semplici e veloci!

PHOTOGALLERY

come togliere lo smalto semipermanente 7542 7837_xlarge 0219103-nail-polish-remover-formula-2-500ml_1 come togliere lo smalto semipermanente 20150125_175122 247475579 241220111003 b91245e1-97e5-4ca5-81b6-baf25cd3e4ba blogger-image-1234829553 come-rimuovere-lo-smalto-semipermanente-per-unghie_2b4727bc67478c1076b05cbfa68d0df5 come togliere lo smalto semipermanente come togliere lo smalto semipermanente DSC09756 ft hqdefault kkk maxresdefault

Previous ArticleNext Article