Guide

Curare i capelli con la biotina, serve veramente? [FOTOGALLERY]

Tutto quello che dovete sapere sulla biotina e sui suoi vantaggi per la cura dei capelli.

cappli-biotina

La biotina – o coenzima R o vitamina H – è una vitamina che è direttamente correlata alla comparsa di diverse alterazioni di natura cutanea quando è carente all’interno dell’organismo umano. Dunque, la cura dei capelli attraverso l’integrazione di biotina potrebbe essere realmente efficace. Ma è davvero così? Cerchiamo di saperne un pò di più.

Come assumere la biotina

La biotina può essere assunta sia attraverso degli integratori – che devono essere prescritti dal medico, dopo che il dottore avrà accertato l’effettiva necessità – oppure attraverso il consumo di alimenti: si pensi, tra questi ultimi, che ad essere abbondamentemente ricchi di biotina sono il latte, il fegato, il tuorlo dell’uovo, il lievito. Altri quantitativi – pur minori – di biotina sono invece contenuti nelle noci, nei fagioli e nei cavolfiori. Seppur non siano stati diagnosticati precisi effetti collaterali dovuti a eccesso di biotina, i medici consigliano di non assumerne oltre i 200 microgrammi giornalieri.

Cosa accade quando c’è poca biotina?

Quando la biotina non è presente nel giusto quantitativo all’interno dell’organismo umano, si possono verificare alcune conseguenze negative: eczema sul viso, perdita eccessiva di capelli (oltre quella che può essere considerata “normale”), debolezza, inappetenza, depressione, infiammazione della lingua.

Leggi anche: Capelli protetti dal sole, 7 prodotti indispensabili

Serve davvero la biotina?

Alla domanda se la biotina serva veramente, il magazine DireDonna ha dato una risposta ovviamente affermativa. “Le carenze di biotina sono piuttosto rare ma, qualora intervengano, possono colpire pesantemente anche la chioma. È per questo motivo che un’eventuale mancanza dovrebbe essere colmata, giacché la biotina è in grado di riequilibrare la produzione del sebo a livello cutaneo e del cuoio capelluto stesso” – afferma il magazine – “Usare la biotina significa inoltre servirsi di un’arma efficace nella prevenzione della calvizie e dei capelli grigi“.

Leggi anche: Capelli, ecco gli alimenti che li rendono più forti!

Detto ciò giova anche ricordare che gli stati di carenza di biotina sono decisamente rari, e che si possono verificare in individui che assumono grandi quantità di uova crude o alla coque. In altre ipotesi, sono stati descritti anche casi di carenza in individui nutriti solo per via parenterale. Sembra altresì che la somministrazione di elevate dosi di sulfamidici possa provocare carenza di biotina per l’alterazione massiccia della flora batteria che si può verificare.

Leggi anche: Come avere capelli perfetti grazie all’hennè

Giova altresì segnalare come in realtà il ruolo della biotina nel nostro organismo non sia mai stato totalmente spiegato, visto e considerato che alcuni studi stanno cercando di comprendere in che modo sia coinvolta nel processo di sintesi degli acidi grassi e nella decarbossilazione di alcuni composti organici.

Ad ogni modo, qualora sia di vostro interesse, vi consigliamo di consultare il vostro medico di fiducia al fine di comprendere insieme a lui se la risoluzione di alcuni problemi di capelli possa essere realmente legata alla carenza di biotina. Un intervento tempestivo potrà certamente garantirvi enormi soddisfazioni e, soprattutto, prevenire dei peggioramenti sulla salute della vostra chioma.

Previous ArticleNext Article
Informazioni biografiche