Acconciature

Finto spettinato, ecco come farlo!

Come ricreare un look finto spettinato attraverso i consigli dei migliori hairstylist italiani e internazionali!

finto spettinato

Se volete sapere come ricreare un look “finto spettinato”, non potete far altro che domandare a Massimo Serini, hair stylist Aveda e uno dei massimi esperti di hairstyling in Italia (e non solo). A farlo è stato D, l’inserto “femminile” de La Repubblica, che in una lunga intervista ha saputo come è possibile ottenere un look alla Naomi Watts, oramai fiera del suo celebre chignon.

Ebbene, Serini racconta di aver pettinato Naomi Watts in più occasioni, e di aver strutturato la sua chioma con un classico raccolto su capelli di lunghezza media, con ciuffi ribelli che vengono creati ad hoc. Ma come si fa?

chignon-1

“In breve si fa così: dopo lo shampoo, si tamponano bene i capelli, poi si asciugano in modo naturale, usando una mousse per dare struttura e volume al capello. Poi si lavora il capello con una cera light e infine con un finish” – spiega Serini a D. Sempre secondo l’hairstylist, non vi sono particolari capelli adatti a questo tipo di raccolto, considerando che è ben adattabile a lisci o ricci, in modo indistinto. Quel che cambia è invece la massa chignon se i capelli sono fini.

Leggi anche: Tagli di capelli sulla base del vostro viso

chignon-2

Se pertanto si hanno capelli sottili, come buona parte delle esponenti di sesso femminili, è bene evitare di stressare la chioma con colpi di aria troppo calda e con troppe spazzolate. Pertanto, consiglia Serini, “una volta lavati, come accennavo prima, è bene tamponarli e aiutarsi con un pò di mousse e un phon ad una temperatura molto leggera, per poter così delicatamente creare volume alle radici, quindi dopo averli lavorati anche solo con le mani con l’uso di un pò di cera si può creare un effetto mosso naturale. Il tocco in più? Un lucidante per rendere il colore più brillante”.

Per questo tipo di raccolto, prosegue ancora l’esperto, il carrè pieno e mediolungo è sicuramente il taglio ideale per questo genere di raccolto.

chignon-3

In ogni caso, la predisposizione dell’acconciatura è solamente il primo passo per poter vantare un look davvero formidabile! Occorre infatti nutrire adeguatamente i capelli con impacchi mirati e lavarli con shampoo rimpolpanti. Un consiglio che sembra essere tanto più valido quanto più ci si avvicina al pieno della stagione fredda, considerando che proprio d’inverno i capelli corrono i maggiori rischi di deterioramento.

Leggi anche: Come curare i capelli secchi

chignon-4

Attenzione quindi a proteggere adeguatamente i propri capelli, puntando ad una strategia duplice: da una parte consentire alla chioma di avere la giusta nutrizione mediante specifici prodotti di qualità e, ove ricorra il caso, degli integratori adatti per capelli. Dall’altra, è bene cercare di assicurare al proprio organismo una giusta idratazione: la secchezza della cute può infatti pregiudicare sensibilmente la salute della chioma.

In ogni caso, vi consigliamo di domandare al vostro parrucchiere di fiducia i consigli e i suggerimenti per poter arrivare a un look perfetto per il vostro incarnato, per i vostri lineamenti e per ciò che volete comunicare. Per quanto attiene il colore, via libera a qualsiasi scelta: lo chignon può infatti essere costruito su toni chiari o scuri, indistintamente.

Previous ArticleNext Article
Informazioni biografiche