NanoPress

Guide

Come fare il nodo alla cravatta: Video e consigli!

Una guida con tanti video e foto per poter realizzare un fantastico nodo alla cravatta, e acquisire un’immagine di estrema eleganza!

COME-FARE-NODO-CRAVATTA

Fare un bel nodo alla propria cravatta è un biglietto da visita fondamentale: un elemento che fornirà di voi un’immagine perfettamente ordinata, e che tornerà davvero molto utile nel mondo del lavoro, e non solo. Ma come fare un nodo alla cravatta? In che modo fare in modo che si possano ottenere degli ottimi risultati senza fatica e tentennamenti? Seguite le istruzioni che vi forniamo: tutto ciò che vi occorre è una cravatta di vostro gradimento e uno specchio!

Nodo semplice: niente di più facile!

Cominciamo con il nodo più semplice che possiate fare. Una vera e propria base di competenza, superata la quale siamo certi che riuscirete a ottenere degli elementi di dimestichezza per poter andare oltre. Per far ciò, mettetevi davanti allo specchio, sollevate il colletto della camicia, e posizionate la cravatta in maniera tale che la parte larga sia nella mano destra (se siete destri) o sinistra (se siete mancini). Ora, al di sotto del collo (generalmente le cravatte hanno un piccolo segnetto per lasciarvi intendere quando “svoltare”) incrociate la parte grande sulla parte più stretta, e fatela poi scivolare al di sotto della parte più stretta (quella che, a risultato finito, starà dietro a quella principale).

cravatta-con-nodo-a-quattro

Riportate poi la parte più grande su quella più stretta (in maniera tale che ora sia posizionata alla sinistra, se siete destri) e fatela infine passare verso l’alto, sotto la cravatta. Infine, fate scivolare la parte principale nell’anello frontale della cravatta e tirate in basso attraverso il nodo sul davanti. Stringete infine il nodo facendolo scivolare in alto sulla gambetta, assicurandovi che la cravatta stia dritta, e che la lunghezza si appropriata.

Nodo pratt: soluzione pratica e particolare

Proseguiamo con il nodo pratt, che è sicuramente una delle soluzioni più pratiche e particolari che possiate valutare nel vostro percorso di “prova” con le cravatte. Per far ciò, dovete cominciare mettendo la cravatta al “rovescio”: la parte grande deve stare a destra, mentre quella piccola a sinistra. Ora, incrociate la parte grande al di sotto di quella piccola, riportatela davanti attraverso il laccio che avete appena creato con la sovrapposizione, fate cadere la stessa parte “grande” per completare il giro, e iniziate a stringere un pò. Fate ora passare la parte principale attraverso il laccio e, quindi, attraverso il nodo frontale della cravatta. Date una forma triangolare al nodo, e tirate la parte più stretta della cravatta per poter aggiustare la stessa al collo della camicia.

Nodo mezzo Windsor, una scelta elegante per gli uomini… eleganti!

Veniamo ora al nodo mezzo Windsor, una delle scelte più eleganti per gli uomini che desiderano fornire una immagine di raffinatezza senza uguali. Si tratta di una buona alternativa al nodo semplice, da fare quando volete contraddistinguere il vostro look in modo ancora più di classe: più grande e con una forma di triangolo molto definita, siamo certi che questo stile non passerà certamente inosservato. Ma come realizzarlo?

cravatte

Anche in questo caso, le istruzioni sono abbastanza semplici (potete pur sempre aiutarvi con i nostri video). Cominciate con il posizionare la cravatta attorno al collo con la parte più larga sulla propria destra, regolando la sua lunghezza in maniera tale che sia almeno tre volte quella della parte più stretta (che rimarrà dietro, a risultato finito). Ora, incrociate la parte grande della cravatta sulla parte più stretta e, tenendo fermo l’incrocio, fate un anello facendo risalire la parte più larga sotto la cravatta e facendola poi uscire verso l’esterno.

nodo-piccolo

Quindi, prendete la parte principale e fatela passare mediante l’anello. Successivamente, stringete un pò il nodo e portate la parte principale al di sopra di quella più stretta, da destra a sinistra. Ci siete quasi: fate scorrere la parte più larga verso l’anello e quindi passate la parte più larga al di sopra del nodo frontale. Stringete il nodo e date lui una forma leggermente triangolare, in maniera tale che il risultato sia un pò più voluminoso rispetto a quanto avviene con il nodo semplice. Stringete infine la cravatta intorno al collo della camicia, tirando la parte più stretta (che rimarrà nascosta sotto la principale).

Avete appena realizzato degli straordinari nodi di cravatta! Naturalmente, i tre che abbiamo illustrato nelle righe che precedono sono solamente alcuni pratici esempi: sulla rete ne potete trovare decine… provate a individuare il vostro preferito!

Previous ArticleNext Article
Informazioni biografiche