Connect with us

Nuovi tagli di capelli 2016 su CapelliStyle.it

Come scegliere la piastra per capelli, vantaggi e svantaggi!

Guide

Come scegliere la piastra per capelli, vantaggi e svantaggi!

La piastra per capelli è un accessorio fondamentale per la donna che ci tiene al proprio aspetto. Vediamo nello specifico come si usa, a cosa serve e come sceglierla!


Piastra per capelli

Anche se hai i capelli molto lisci potresti averne bisogno, ma questo sono certa lo sai già. Quando la chioma è troppo liscia fa dannare la (fortuna, direbbe chi ha i ricci) sua proprietaria per la difficoltà a darle una qualsiasi forma diversa. La piastra non serve solo a stirare la chioma di natura ribelle. Può essere al contrario utilizzata per fare i ricci, il mosso, i frisè ecc. è un’alleata eccezionale quando si tratta di cambiare il look e migliorare l’aspetto dei capelli.

Perché usare la piastra per capelli?

treccia-capelli-biondi

La donna capace di farsi da sola la messa in piega o quella che è disposta ad andare più volte alla settimana dal parrucchiere, potrebbe far a meno della piastra, anche se un ritocchino di tanto in tanto potrebbe essere utile. Tuttavia sono poche le donne che hanno questa fortuna. Se neanche tu rientri nella categoria ed hai bisogno di un metodo facile e economico per tenere i capelli a posto, allora la piastra ti servirà come il pane quotidiano!

Potrai usare la piastra per stirare i capelli, per fare i capelli ricci o per dar vita a qualche acconciatura particolare. Stai sicura però che la tua piastra ti aiuterà ad essere sempre perfetta!

Come scegliere una piastra professionale

scegliere piastra

Scegliere una piastra per capelli professionale non è facile, perché il mercato ti offre tantissimi modelli molto diversi tra loro e lo sappiamo, è difficile orientarsi! Alcune variano solo da un punto di vista estetico, altre invece, hanno prestazioni superiori o inferiori rispetto alle proprie sorelle.

  • La prima cosa da verificare è se la piastra per capelli la vuoi sofisticata o ti basta un modello che faccia il suo dovere. Anche all’interno di queste due categorie i prezzi possono variare molto. Potrai trovare una piastra sofisticata a 100€ o da 300€ (il prezzo può tranquillamente salire!).
  • Il secondo passo è definire un budget. Quanto vuoi spendere? Ti consiglio di non spendere meno di 50€. Questo perché la piastra per capelli, se vuoi che funzioni bene, deve avere un minimo di qualità e soprattutto non deve rompersi dopo pochi mesi. Fai un piccolo investimento, anche di 100€, e per qualche anno dormirai sogni tranquilli!
  • Non preoccuparti troppo del lato estetico. Per quanto belli sono i disegni e i colori, questi non fanno di una semplice piastra, una buona piastra. Meglio un design sobrio e delle prestazioni eccellenti piuttosto che viceversa.
  • La tua piastra deve avere il pulsante per regolare la temperatura. Anche questa ti aiuta a definire meglio la piega. Per un liscio perfetto deve essere alta, se invece vuoi ottenere un bel mosso ma rimuovere il crespo, basta abbassare leggermente i gradi.
  • La grandezza della piastra incide e devi sceglierla in base alla lunghezza dei capelli. Per la frangia e i capelli corti le piastre compatte sono perfette. Se hai i capelli lunghi meglio quelle larghe.
  • L’ultimo consiglio che voglio darti prima dell’acquisto è questo: attenzione al consumo energetico! Può sembrare irrilevante per una piastra che resta attaccata solo pochi minuti e neanche tutti giorni, ma a fine anno anche lei avrà influito nella spesa, credetemi! Meglio prevenire.

Svantaggi per la piastra da capelli

svantaggi piastra

Ok, ti ho già detto che la piastra per capelli è una vera e propria benedizione. Sai bene che è grazie a lei che ogni mattina puoi stirare i tuoi capelli ed avere così una capigliatura perfetta, pronta per essere mostrata a lavoro o in città mentre fai shopping.

Purtroppo, anche se mi piacerebbe, parlando di piastre per capelli non posso limitarmi a parlarti dei suoi innumerevoli, e innegabili, vantaggi. Anche se la piastra ha salvato i capelli di molte donne che prima usavano il ferro da stiro per lisciarli (alcune a quanto pare lo fanno ancora!), anche lei di certo porta i suoi problemi.

  • Anche se non vuoi ammetterlo e cerchi in commercio la piastra migliore e meno aggressiva in assoluto, nell’illusione che i capelli non risentano minimamente dello stiramento, i tuoi capelli non sono affatto felici! Tu stai aggredendo la tua cute sotto ogni punto di vista, anche se riesci comunque a contenere il danno.
  • La piastra produce molto calore, spesso fino a 220 gradi. Ciò significa mettere in uno stato di rischio fisiologico il capello e spesso, bruciarlo. È come se tu volessi prendere alcuni centimetri in altezza e allora ti sottoponessi a qualche pratica malsana per riuscirci. Stai andando conto natura, contro la tua fisiologia. Per i capelli è lo stesso.
  • Ho visto troppe donne bruciarsi i capelli con la piastra. Alcune neanche maggiorenni erano già riuscite a bruciarsi intere ciocche a causa dell’uso frequente e ovviamente errato che facevano di questo elettrodomestico.

Detto ciò non voglio consigliarti di non utilizzarla, io per prima non riuscirei a seguire questo consiglio, ma di farlo con attenzione e moderazione si. Ovviamente scegli la migliore sul commercio (che non sempre corrisponde alla piastra più costosa), magari aiutandoti con il paragrafo precedente per individuare quella adatta e con quello successivo, dedicato ai vari tipi di piastre per capelli.

Tipi di piastre per capelli

scelta piastra

  • Piastra in ceramica: è una delle migliori scelte perché la piastra in ceramica non aggredisce troppo i capelli, non quanto il metallo almeno, e distribuisce bene il calore. Non è necessario passarla troppe volte sulla stessa ciocca perché dopo poche passate ha già fatto il suo dovere!
  • Piastre per capelli arricciate: secondo alcuni professionisti di piastre non c’è bisogno di questo strumento, perché già con la piastra normale è possibile ottenere ricci perfetti. Sono certa che è vero, ma penso che per ottenere un risultato almeno accettabile dovremo essere appunto dei professionisti. La piastra per capelli arricciati quindi potrebbe esserti utile se desideri ravvivare la tua chiama liscia o semplicemente mossa.
  • Piastra con ioni (o tormalina): è probabilmente la migliore in commercio perché oltre a proteggere i capelli di idrata e ammorbidisce. Corri ancora meno rischi di bruciarli e l’effetto finale è molto naturale.

Come si usa la piastra per capelli

usare la piastra

  • Per un utilizzo ottimale, una volta che hai attaccato la tua piastra alla presa, lasciala scaldare. Se hai già una chioma abbastanza liscia bastano 140-150°. Se hai i capelli molto ricci o difficili da gestire, anche fino a 220°.
  • Prima di utilizzarla ricordati di rimuovere tutti i nodi dalla chioma, altrimenti non verranno perfetti. Adesso prendi una ciocca alla volta, partendo dalla radice fino alle punte passa la tua piastra bollente e fai attenzione a non ustionarti.
  • Non passare troppe volte la piastra nello stesso punto per evitare di sciuparli troppo e fai attenzione che la chioma sia bella asciutta. Alcune piastre sono tollerate dai capelli umidi, tanto che è possibile utilizzarle anche prima di asciugarli con il phon. Tuttavia la maggior parte delle piastre brucia i capelli se umidi.

Un ulteriore accorgimento per evitare di danneggiarli troppo è quello di usare una lozione che protegga dal calore emanato dalla piastra. Esistano davvero molti modelli, alcuni oli, creme, spray ecc. Devi solo scegliere in base ai tuoi capelli!

Concludendoti ricordati di: decidere quanto vuoi spendere, scegliere il tipo di piastra adatto, non utilizzarla tutti i giorni e di farlo per bene!

Piastra per capelli, tutti i segreti per usarla al meglio!

capelli lisci piastra

Avere una bella pettinatura è il desiderio di tutte le donne. Peccato solo che, una volta uscite dal salone di bellezza, cercare di mantenere o di replicare l’acconciatura “costruita” con il proprio parrucchiere sia un vero e proprio miraggio. I capelli appaiono più o meno gonfi, spenti, opachi, stanchi. E, spesso, per poter ottenere un risultato “decente” vi è solo un modo: ricorrere alla nostra amica piastra, in grado di conferire uno stile migliore, lisciando i capelli se sono mossi, e rendendoli mossi sono sono lisci. Ma in che modo possiamo riuscire a conseguire un migliore effetto con l’uso della piastra, senza correre il rischio di sfibrare troppo la chioma? Cerchiamo di scoprire qualche buon consiglio, e condividerlo con tutte voi!

Acquistare un prodotto di qualità

Il punto di partenza più corretto per l’utilizzo della piastra è relativo all’acquisto di un prodotto di qualità, che possa conferirvi la giusta “sicurezza” nella sua fruizione, senza timore che materie prime e opzioni di fruizione di dubbia consistenza possa pregiudicare il risultato finale, e soprattutto, danneggiare la chioma. Cercate pertanto di informarvi con il vostro parrucchiere sul miglior prodotto da acquistare e, se avete dubbi, sfruttate la rete: esistono decine di portali di confronto delle piastre più performanti sulla piazza. Non vi resta che leggere, guardare tutorial e confrontarvi con le vostre web-amiche, per arrivare più pronte e preparate all’individuazione della piastra che fa per voi!

FS_AH11-12_23_01ok_resize_diapo_h_diaporama_550

Uno sguardo alle opzioni di utilizzo

Un elemento indispensabile che dovrebbe guidare la scelta della vostra nuova piastra per capelli è relativa alla disponibilità delle migliori opzioni di personalizzazione. In altri termini, cercate di acquistare una piastra che possa garantirvi, in maniera semplice e istintiva, il controllo della temperatura (cercate sempre di orientarvi sulla temperatura minore, perchè temperature troppo calde potrebbero rovinare la chioma!), abbiano dei programmi pianificati e standardizzati di uso, e abbiano tutte le migliori opzioni di personalizzazione. Date poi uno sguardo all’impugnatura: deve essere ergonomica e facilmente manovrabile.

Non esiste solo la piastra

Ovviamente, ricordate che l’utilizzo della piastra deve essere accompagnato da altri prodotti, per evitare che la fruizione di questo accessorio possa in qualche modo danneggiare la chioma. Pensate, per esempio, ad acquisire un buono shampoo e un buon balsamo nutriente e ristrutturante per poter pulire e fornire ai capelli i migliori elementi, e preparare i capelli con spray e lozioni termo liscianti che possano attutire lo stress termico a cui il capello sarà naturalmente sottoposto durante la piega con la piastra.

Se poi amate i capelli lisci, non potete che guardare la gallery che di seguito abbiamo predisposto per voi. Abbiamo infatti selezionato e condiviso decine di utili scatti fotografici che potrebbero fungere da ideale base per poter pianificare un bel restyling di capelli. Provate a sfogliare gli scatti di cui sotto e, se trovate qualche hairstyle che ritenete possa fare al caso vostro, cercate di parlarne con il vostro parrucchiere e scoprire insieme a lui come poter riprodurre tale look sulla vostra chioma!

More in Guide

To Top