Connect with us

Nuovi tagli di capelli 2016 su CapelliStyle.it

Come utilizzare correttamente lo shampoo secco

Guide

Come utilizzare correttamente lo shampoo secco

Qualche istruzione utile per poter utilizzare correttamente lo shampoo secco, ed evitare di commettere sgradevoli errori nella sua fruizione.


shampoo secco

Lo shampoo secco è un buon alleato delle donne che desiderano poter disporre di capelli sempre in ordine, ma – di contro – hanno poco tempo da dedicare alla cura della chioma. È infatti sufficiente vaporizzarlo per far sì che la sostanza assorba sebo e impurità depositate sui capelli: l’impressione di una chioma più leggera e ordinata sarà immediata. A patto, naturalmente, di non commettere i seguenti temibili errori!

Scegliete quello giusto

shampoo secco come utilizzarlo

Guai a pensare che in commercio tutti gli shampoo secchi siano uguali. Ne esistono infatti versioni diverse che devono essere scelte sulla base del tipo di capello e sulla base delle vostre esigenze: cercate di comprendere prima le vostre necessità, e solo dopo dirigetevi verso il prodotto giusto.

Applicatelo non solo alla radice

Cercate di applicare il prodotto nella parte di contatto con la cute, poiché in questo modo assorbirà il sebo in eccesso. Ma non dimenticate di applicarlo anche sulle lunghezze!

Prendetevi il giusto tempo

Ricordatevi sempre che l’applicazione dello shampoo secco è sì più rapida di quella del lavaggio normale, ma richiede comunque un certo tempo. Meglio pertanto ritagliarsi qualche minuto per spazzolare bene i capelli e vaporizzare lo shampoo in tutta la lunghezza.

Lo shampoo secco ha inoltre bisogno di almeno 2-3 minuti per poter agire al meglio. Solamente dopo tale frangente temporale è possibile portarlo via con una spazzola, meglio se in setole sintetiche che, da lavarsi dopo ogni utilizzo in maniera tale che non sporchi i vostri capelli.

Non utilizzatelo troppo spesso

Infine, ricordate che è bene non utilizzare troppo spesso lo shampoo secco, poiché un’eccessiva frequenza potrebbe ostruire i pori e togliere ossigeno e nutrimento alla cute. Il risultato sarà l’indebolimento dei capelli che, siamo certi, vorreste evitare!

Come realizzare lo shampoo secco a casa!

shampoo-secco-fai-da-te

Una volta che avete ben compreso quali sono le caratteristiche dello shampoo secco, e in che modo potete utilizzarlo in maniera corretta, potrebbe esservi d’aiuto sapere che potete realizzare questo fantastico prodotto anche a casa propria, attingendo da alcuni prodotti “naturali” che probabilmente avete già in dispensa, o che potete comunque facilmente reperire in un qualsiasi supermercato.

Il segreto per poter realizzare un buon prodotto assimilabile a uno shampoo secco che trovate in commercio è infatti semplicemente quello di provvedere a realizzare un mix di polveri e amidi, che possa assorbire l’unto dei capelli. Potete dunque optare per il bicarbonato di sodio, per la farina di mais, per l’amido di mais per la farina d’avena macinata o anche per il borotalco o il talco per i neonati.

shampoo-secco_cacao-300x336

Una volta reperiti gli ingredienti, prendete una ciotola e miscelateli con attenzione. Tenete bene a mente che non è necessario rispettare la ricetta alla lettera e che gli ingredienti possono essere sostituiti con altri prodotti di simile natura. Dunque, se per esempio non avete a casa vostra il talco per neonati, potete comunque produrre un buon shampoo secco andando a raddoppiare la quantità di bicarbonato di sodio. Se invece non disponete in casa della farina d’avena macinata, potete raddoppiare la dose di farina di mais.

Il vero segreto per poter produrre un ottimo shampoo secco fatto in casa è poi rappresentato dalla possibilità di miscelare con attenzione gli ingredienti: se non siete certe della bontà del risultato finale, e desiderate poter disporre di una pratica mano d’aiuto, potete macinare ancor più finemente gli ingredienti, passandoli insieme nel robot da cucina (per quanto intuibile, pulitelo sempre in maniera accurata, poiché potrebbero rimanere delle tracce di prodotto – un’accortezza ancor più necessaria se scegliete di utilizzare del talco per neonati).

Come ulteriore “trucco” finalizzato a disporre di un risultato ancora più ideale, ricordate che per poter disporre di uno shampoo secco profumato, potete miscelare gli ingredienti che sopra abbiamo esposto con delle erbe o dei fiori essiccati (la lista di quelli più gettonati è molto lunga: potete ad esempio approcciare alla rosa, alla lavanda, all’ibisco, alla viola, alla menta o ad altro fiore o erba che preferite particolarmente). Per far ciò, sarà sufficiente inserire la sostanza in un barattolo di vetro, chiudere quindi il coperchio, e lasciarlo riposare al buio in una credenza per 2 – 4 settimane. Il profumo del fiore e dell’erba andranno ad amalgamarsi con lo shampoo secco e quando userete la vostra creazione, i vostri capelli risulteranno non solamente più puliti e splendenti, quanto anche più profumati!

E a questo punto? Terminata la ricetta, non dovete far altro che inserire lo shampoo secco all’interno di uno dei tradizionali contenitori forato per spezie (generalmente si usano per il sale, o per il pepe). Naturalmente, provvedete a pulire bene il contenitore, e… valutate di portarlo con voi anche quando siete in giro: avere a disposizione un valido aiuto da borsetta come lo shampoo secco potrebbe cambiarvi la vita!

E voi che ne pensate? Utilizzate uno shampoo secco? Quale tipo? C’è qualche consiglio che volete condividere con noi?

More in Guide

To Top