Connect with us

Nuovi tagli di capelli 2016 su CapelliStyle.it

Sogni premonitori: scienza o… fantascienza?

Sogni premonitori

Domande e risposte

Sogni premonitori: scienza o… fantascienza?

È davvero possibile prevedere il futuro grazie ai sogni premonitori? Scopriamo cosa ne pensa la scienza.


Sogni premonitori

Ti è mai capitato di pensare sognare un avvenimento che poi si è arrivato? I cosiddetti sogni premonitori non sono poi così tanto rari, ma riconoscerli non è sempre facile. Questo perché noi sogniamo tutte le notti, ma molto spesso al mattino ce ne siamo dimenticati. Perché? Approfondiamo.

I sogni premonitori sono spesso incubi

incubi

Non è raro svegliarsi nel cuore della notte con il cuore in gola, le labbra secche e il corpo scosso da tremiti a causa di un incubo. Ma fino a che si tratta di creature mostruose e scene sovrannaturali si può pensare alle solite conseguenze della visione di un film horror o della lettura di un libro dello stesso genere.

Quando, invece, si comincia ad avere visioni notturne di terremoti, incidenti e disastri naturali, la situazione può cambiare e prendere la forma dei sogni premonitori. La storia, infatti, ci insegna che sono proprio le catastrofi a monopolizzare le premonizioni notturne. Ma perché? E sono davvero reali? Se dovessi sognare uno tzunami, questo si abbatterà spietato sulle nostre case? Non esageriamo.

acchiappasogni

I sogni premonitori sono certamente un fenomeno degno di attenzione, ma è bene ricordare che quando sogniamo le nostre paure o alcuni eventi spiacevoli del passato potrebbero risalire in superficie. Ciò significa che una volta sperimentato sulla propria pelle un evento spiacevole, questo riemerge dal nostro subconscio nel momento in cui ci ritroviamo a vivere una situazione simile. Si chiama “passaggio a ritroso” ed è una situazione del tutto normale e accertata dalla comunità scientifica.

Sogni premonitori: il mito di prevedere il futuro

sogno premonitore

Alcune persone, tra le ore 3 e 4 del mattino, secernono una qualità superiore di DMT, la dimetitripfamina che altro non è che una molecola allucinogena che ci spinge nel sonno a rievocare eventi passati. Nel passato questa sostanza era il principio attivo dell’ayahuasca, una bevanda sacra che veniva utilizzata dagli sciamani andini. Data tale informazione storica, i sostenitori del paranormale, credono che la DMT abbia il potere di espandere la coscienza e ciò permetterebbe di vedere attraverso la dimensione futura.

sogno

Ciò non è ovviamente confermato dalla scienza la quale spiega con cognizione di causa che cosa succede alla nostra mente durante il sonno notturno e, attraverso numerosi studi ed esperimenti, ha saputo fornire una spiegazione adeguata ai sogni premonitori. Il fenomeno rimane tuttavia aperto e tutt’oggi soggetto a ricerche scientifiche. Lo studioso più famoso è senza dubbio il Professore Mark Blagrove dell’Università di Swansea che trascorre la sua vita sperimentando e studiando la connessione tra la cognizione e il sonno.

I sogni premonitori più famosi della storia

sognare

Uno dei personaggi più famosi della storia ad avere avuto un sogno premonitore è Abramo Lincoln. Qualche giorno prima della sua morte, sognò la Casa Bianca in lutto a causa della morte del Presidente stesso. Linconln condivise il suo sogno e i suoi timori ai collaboratori più intimi e morì esattamente dieci giorni dopo.

Meno noto è il caso del giovane Eryl May Jones, originario del Galles vissuto agli inizi della seconda metà del Novecento. Nell’ottobre 1966 sognò la sua scuola ricoperta da una sostanza scura non definita. Qualche giorno dopo fu ritrovato morto insieme a molti altri in quanto l’istituto fu coinvolto nell’esplosione di una miniera di carbone situata nelle vicinanze.

sogni

Il caso più recente è, invece, tutto italiano. Sembra, infatti, che il noto cantante Mango avesse avuto un sogno premonitore la notte precedente alla sua morte. Il cantautore sognò di bere un bicchiere di vino accanto a uno dei mostri sacri della musica italiana, Fabrizio De Andrè il quale ci ha lasciati alcuni anni fa.

Ma il più famoso evento di sogni premonitori non si trova all’interno della psiche di qualche altro personaggio storico, ma bensì in libro che, ben 14 anni prima, predisse l’affondamento del Titanic. È lo scrittore Morgan Robertson con il suo romanzo Futility a scatenare tutto questo: racconta, infatti, le vicende della nave Titan, ritenuta inaffondabile e affondata successivamente a causa dello scontro contro un iceberg.

Continue Reading

More in Domande e risposte

To Top