Ginnifer Goodwin: bella e famosa di Hollywood

Ginnifer Goodwin, nome d’arte di Jennifer Michelle Goodwin, è una attrice statunitense. Nota per la sua partecipazione a svariati film, tra i quali Mona Lisa Smile, Walk The Line, La verità è che non gli piaci abbastanza, A Single Man, Something Borrowed.

Cenni biografici su Ginnifer Goodwin

Nasce a Memphis, figlia di genitori divorziati. La madre è una ex insegnante ed il padre proprietario di uno studio di registrazione.

Dopo la Lausanne Collegiate School ha studiato per un anno all’Hanover College prima di trasferirsi alla Boston University. Durante il suo percorso di studi ha preso parte a diversi film e produzioni teatrali studentesche, guadagnandosi un “Excellence in acting: professional promise award” dalla Bette Davis Foundation.

Ha poi studiato in Inghilterra, prima allo Shakespeare Institute e poi alla London Royal Academy of Dramatic Arts. Il debutto risale al 2001 con una piccola parte nella serie TV Law&Order, passando poi ad interpretare il ruolo di Diane Snyder in Ed, dal 2001 al 2004.

Nel 2004 prende parte a Mona Lisa Smile e poi Appuntamento da sogno! e Walk The Line, dove interpreta Vivian, prima moglie di Johnny Cash.

Nel 2006 ottiene una piccola parte ne Il bacio che aspettavo ed è nel cast di Big Love, serie TV dove ha il ruolo di Margene, una delle tre mogli del poligamo Bill Henrickson.

Nel 2008 è a fianco di Hilary Swank in Birds of America e prende parte anche a La verità è che non gli piaci abbastanza di Ken Kwapis. Nel 2009 ha una parte in A Single Man.

Nel 2010 annuncia anche il fidanzamento con il collega Joey Kern, che romperà nel Maggio 2011.

Dal 2011 interpreta Biancaneve e Mary Margaret Blanchard nella serie TV fantasy C’era una volta.

Sul set di c’era una volta conosce ed inizia a frequentare, nell’autunno del 2011, Josh Dallas. Si fidanzano ufficialmente ad Ottobre 2013 per poi sposarsi il 12 Aprile 2014 in California. Dall’unione nasceranno due figli, Oliver Finlay Dallas nel 2014 ed Hugo Wilson Dallas nel 2016.

L’evoluzione dello stile di Ginnifer Goodwin

Lo stile di Ginnifer Goodwin si è evoluto nel corso della sua carriera. Se agli esordi, circa nel 2002, il suo look era retrò, pulito e tutto sommato molto americano, ai tempi di Mona Lisa Smile i suoi capelli si erano allungati sensibilmente, con una vistosa frangia. Durante le riprese di Appuntamento da sogno! ha esibito una vibrante acconciatura anni ’20 basata su ricchi riccioli all’altezza del mento.

A seguire, in Walk the line, i suoi capelli sono mutati ancora, passando ad un’acconciatura alta e un po’ disordinata, sostituita nel 2006 da ciocche più lunghe ed ondulate, abbinate ad un make-up più accentuato per dare un risultato più sensuale.

Il 2007 ha visto la comparsa dei capelli divisi dalla riga, ai tempi di Big Love. Successivamente, Ginnifer ha sfoggiato sia look che rimandano ai tempi della vecchia Hollywood, caratterizzati da ricci scolpiti e labbra rosse definite che lunghi caschetti lievemente asimmetrici che hanno messo in risalto i suoi occhi, con l’aiuto di un adeguato trucco sfumato.

Nel 2009 è giunta la svolta dei colpi di sole rossi su un taglio scalato irregolare, poi ritoccato in un taglio molto corto, quasi maschile, per gli Emmy del 2009.

Un look, quello mascolino, in cui si è sentita particolarmente a suo agio, evolvendolo con diverse tonalità e lunghezze nel corso del 2010 e 2011. In particolare, la sua stilista ha parlato di un taglio molto corto in basso e più lungo nella parte alta, il che gli conferisce versatilità.

Nel 2011, ottenuta la parte di Biancaneve, l’attrice vi si è trasformata con un taglio più lungo ed un adeguato fondotinta idratante, con le guance sottolineate da un pigmento più brillante.

Successivamente, ha proseguito la tendenza all’accorciamento del proprio taglio, passando da un corto anni ’20 con ricci fortemente modellati a tagli maschili per le cerimonie di Emmy ed Oscar.

Negli ultimi anni, mantenendo costante la scelta dei capelli pixie cut, Ginnifer ha sperimentato con il make-up, passando dal cat eye a scelte più azzardate come sopracciglia evidenziate e labbra retrò.

Uno stile in costante evoluzione, caratterizzato dal controllo della propria immagine e dal desiderio di sperimentare, sicuramente lasciando qualcosa di prezioso ed imitabile per le fan.

Qualche curiosità su Ginnifer Goodwin

Il vero nome di Ginnifer è Jennifer. Ha cambiato nome in Ginnifer per potersi distinguere ma anche per rendere più semplice la corretta pronuncia del nome nel dialetto della sua terra natia di Memphis, Tennessee.

Ha una sorella minore che lavora come animatrice in stop-motion in produzioni come Robot Chicken a cui Ginnifer Goodwin ha prestato la voce.

Il padre di Ginnifer è un cattolico e sua madre segue il giudaismo. Questo l’ha portata, nell’infanzia, a frequentare sia la sinagoga che la chiesa e a ricevere sia il battesimo che il bat mitzvah.

Gianna Nannini: Biografia, foto e carriera

Come eliminare le occhiaie: qualche buon trucco fai da te