Nicoletta Orsomando, Nicolina all’anagrafe, è nata a Casapulla nel casertano l’11 gennaio del 1929.

Ella è un’ex annunciatrice televisiva che ha un po’fatto la storia della tv italiana: è attiva infatti in RAI dal 1953 al 1993. Con la famiglia si trasferisce a Mazzarino e successivamente a Lavello, dove il padre dirige la banda musicale del paese e a Littoria, approdando poi finalmente a Roma nel 1937 dove il padre era stato chiamato dallo stesso Benito Mussolini per dirigere la banda della milizia. Nella Città Eterna, Nicoletta Orsomando e la famiglia vivono nella zona di Trastevere. Il 25 luglio del ’43 il padre, Giovanni, prende la decisione di non aderire alla Repubblica di Salò e si dimette dal suo incarico.

Segue un periodo di crisi economica dovuto alla disoccupazione del padre, la famiglia arranca vendendo i propri beni e gioielli di famiglia alla borsa nera. Ciononostante in qualche modo il padre riesce a non far mancare nulla a Nicoletta, che frequenta le magistrali e poi un corso all’Università per diventare un giorno assistente sociale. Fatto questo corso entra nell’Ina-Casa un’associazione che si occupa di assegnare abitazioni ai meno abbienti.

Primi passi nel mondo dello spettacolo

Nel frattempo, dopo aver tentato senza successo l’ingresso in teatro, Nicoletta Orsomandi viene in contatto con il mondo della radio, spinta dai conoscenti che ne riconoscono il timbro di voce molto gradevole. Dopo un mese di corso di dizione tuttavia, rinuncia perché messa da parte. In quegli anni però a Roma sta arrivando la televisione. Nicoletta partecipa ai provini e arriva sul piccolo schermo, è il 1953.

Il 22 ottobre 1953 presenta per la prima volta un documentario in tv, sull’Enciclopedia Britannica della casa “National Geographic”: è ancora una trasmissione di tipo sperimentale poiché sono pochissimi gli italiani che possiedono una tv a casa propria. Successivamente conduce la “Tv dei ragazzi” e “Cineselezione”, seguite da “L’amico degli animali” di Angelo Lombardi. Nel 1956 presenta il Festival di Napoli e nel 1957 partecipa in conduzione al Festival di Sanremo con Marisa Allasio, Fiorella Mari e Nunzio Filogamo. La vediamo poi in “I figli di Medea” (1959) e in “Serata di Gala” (1960).Partecipa poi a “Sette giorni in Parlamento” e nel 1968 inaugura, con Jader Jacobelli, “Oggi Parlamento”, un tg parlamentare.

Carriera

Nel corso della sua carriera diventa famosa come annunciatrice tv, diventandone un simbolo come la “Signorina buonasera”, nota per i suoi modi gentili, educati, rassicuranti e per la sua dizione impeccabile. La carriera da annunciatrice termina solo nel 1993, dopo 40 anni di tg, anno in cui si ritira ufficialmente da questo genere di tv. Nicoletta Orsomandi resta comunque l’annunciatrice per antonomasia e così infatti viene imitata da altri personaggi famosi, come Fiorello, Simona Ventura, Laura Pausini e Jovanotti.

La sua carriera prosegue con qualche apparizione differente: nel 1999 partecipa a “Su per giù”, un programma di intrattenimento su RaiDue che viene condotto da Gaia De Laurentiis. Nel 2008 torna poi in RAI con “Viva Radio2 Minuti”, lo show presentato da Fiorello a seguire del TG1 delle ore 20. Sempre nel medesimo anno, Nicoletta partecipa a “Tutti pazzi per la tele” su Rai Uno, presentato da Antonella Clerici, in coppia con la giovane Arianna Marchetti, per un simpatico duo, curioso come divario generazionale.

Nel 2011 appare a fianco di Lorella Cuccarini a “Domenica In” e partecipa a “Hotel Patria”, un programma tv di Mario Calabresi trasmesso su Rai Due, durante il quale Nicoletta Orsomandi si occupa di leggere lettere di personaggi famosi e non. Tra il 2011 e il 2012 è giurata a “La prova del cuoco”. Partecipa poi a “Raiboh” (2013) condotto da Francesco Facchinetti, a “Il Musichione” (2014) e a “Dieci cose” (2016) con Rosanna Vaudetti. Di recente è stata invitata al “Maurizio Costanzo Show” su una serata dedicata alle Signorine buonasera, presentata come la veterana della categoria.

Vita privata di Nicoletta Orsomando

Nel 1957 Nicoletta Orsomandi si sposa con il giornalista Roberto Rollino dal quale ha una figlia: Federica. Dall’uomo tuttavia si separa dopo soli sei anni e dal quale divorzia negli anni ’70. Questi anno sono gli anni duri di una vita che in generale ha sempre sorriso all’annunciatrice, la rottura del matrimonio si accompagna alla tragica morte dell’amata sorella Maura per leucemia. Rimpiange forse di non aver coltivato al meglio quell’amore, che dopo non molto rivolse lo sguardo ad un’altra donna, senza che Nicoletta facesse nulla. La sofferenza si fa sentire anche molto tempo dopo, infatti anche intrapresa una nuova storia d’amore, non ha più il coraggio di compiere il grande passo un’altra volta, per paura di soffrire di nuovo. Preferisce dedicarsi anima e corpo al lavoro e alla figlia Federica.

Nicoletta Orsomando come annunciatrice tv entrava nella casa di tutti gli italiani, ormai di famiglia. Con il suo “buona visione” dava il via alle serate in famiglia. Nicoletta parla con orgoglio ed emozione del suo lavoro e dei primi annunci fatti nel lontano ’53, ricordando però con amarezza quando il successo ha iniziato a diminuire e gli è stato fatto capire che si trattava di non avere una raccomandazione politica.