Patrick Swayze biografia: un mito ricordato da tutti

Patrick Swayze ha origini irlandesi ma nasce in America, in Texas, a Houston, il 18 agosto del 1952, secondo di cinque figli. Sin dalla prima infanzia frequenta il mondo dello spettacolo e il talento era già evidente.

Patrick Swayze ha origini irlandesi ma nasce in America, in Texas, a Houston, il 18 agosto del 1952, secondo di cinque figli. Sin dalla prima infanzia frequenta il mondo dello spettacolo: la madre era Patsy Yvonne Helen Karnes, coreografa che aveva una scuola di ballo. Il padre infatti era Jessie Wayne Swayze, un ingegnere e disegnatore industriale. Il giovane Patrick Swayze si appassiona al mondo dello spettacolo su influenza della madre, mostra molte attitudini artistiche e studia danza classica presso la scuola della madre.

Studia presso la St. Rose of Lima Catholic School, presso la Black Middle School e si diploma alla Waltrip High School. Inizia a studiare ginnastica alla San Jacinto College, ma interrompe poi senza portare a termine gli studi. Nel 1972, trasferitosi a New York, completa però la formazione presso le scuole di danza Joffrey Ballet e Harkness Ballet, spiccando come ballerino. In quegli anni il fatto che un ragazzo frequentasse una scuola di ballo non era ancora ben visto, l’attore stesso racconta delle prese in giro dei compagni, ma il giovane Billy Elliot- Patrick Swayze persiste nei suoi studi e nel 1972 fa la prima apparizione professionale in un balletto per “Disney on Parade” come principe azzurro di Biancaneve e compare anche a Brodway nel 1975 in occasione della rappresentazione di “Grease”, con il ruolo di protagonista di Danny, alternandosi con Richard Gere.

La carriera

Le lesioni al ginocchio a seguito di una partita a Football americano ancora ai tempi del college, tornano a farsi sentire nel 1977. L’aggravarsi delle lesioni a tendini e legamenti e un’infezione da stafilococco, mettono l’arto a forte rischio di essere amputato. Quattro operazioni sventano questo pericolo, ma la carriera come ballerino è finita. Per questo Patrick Swayze inizia a intraprendere la carriera da attore.

Nel 1979 debutta per la prima volta al cinema nel film “Skatetown USA” e nel 1981 lo troviamo nella serie tv “MASH”. Nel 1982 ottiene la prima parte da protagonista nella serie televisiva “La banda dei Sette”, che descrive la storia di alcuni ragazzi con problemi che, una volta arruolati in polizia, diventano elementi chiave per risolvere i casi problematici nelle aree più complicate e proibitive della città. La serie è stata anche trasmessa anche sulle tv italiane. Nel 1948 lo incontriamo con Jennifer Grey in “Alba Rossa” e nel 1985 gira la mini-serie “Nord e Sud”, cui segue anche una “parte seconda”.

Nel 1987 arriva il grande successo di fama mondiale, sempre a fianco di Jennifer Grey, trasmesso ancora oggi ogni anno sul piccolo schermo, che ha fatto e fa sognare milioni di persone: “Dirty Dancing”, in cui interpreta il ballerino Johnny Castle che lo porta al Golden Globe. Già due anni dopo, arriva un’altra ventata di successo: “Ghost”. Anche questo film è un intramontabile successo ancora oggi, un tassello fondamentale della storia del cinema, che l’ha visto a fianco di stars come Whoopi Goldberg e Demi Moore.

La scalata al successo di Patrick Swayze sembra non finire mai, infatti, sono diversi i film di successo negli anni ’90. Ricordiamo “Point break, Punto di Rottura” al fianco di Keanu Reeves nel 1991, “La città della gioia” nel 1992, che narra la storia del libro di John Le Carrè sotto la regia di Roland Joffè, “A Wong Foo, grazie di tutto! Julie Newmar”, Wesley Snipes del 1995. Numerose anche le altre parti in film del genere thriller: “Black Dog” (1998), “Donnie Darko”(2001).

Successivamente ritroviamo Patrick Swayze in “Dirty Dancing: Havana Nights” del 2004, a fianco di Diego Luna e Romola Garai, in “Le miniere di Re Salomone”, una miniserie sempre del 2004 e ancora, sui grandi schermi in “One laste dance” con la moglie Lisa Niemi, nel quale oltre a recitare hanno ruolo di sceneggiatori e produttori. Con la moglie è sposato dal 1975.

La malattia

Purtroppo ancora mentre stava svolgendo a pieno la sua carriera cinematografica, accettando di lavorare nella serie tv “The Beast”, l’attore scopre di avere un tumore al pancreas. Per un po’ di tempo Patrick Swayze ha smentito la gravità della sua situazione, dicendo che le cure e i trattamenti ai quali si stava sottoponendo stavano avendo successo. Le sue ultime interviste tuttavia cambiano musica e l’attore ammette che non gli resta molto da vivere, anche se stava cercando di lottare per la vita. La morte giunge il 14 settembre del 2009, all’età di 57 anni.