NanoPress

Acconciature

Effetto wet urbano: nuova moda impazza in città

L’estate 2015 segna l’ennesimo ritorno dell’effetto wet: a voi convince?

effetto-wet

Tra le nuove mode capelli più in voga del momento, l’effetto wet urbano sembra avere le carte in regola per potersi congruamente affermare. L’effetto bagnato in città sta infatti acquisendo delle quote di mercato crescenti, dimostrando un congruo apprezzamento nelle piccole e nelle grandi aree urbane. Ma come poter acconciare correttamente la propria chioma con un bell’effetto bagnato?

Leggi anche: Capelli effetto bagnato per l’estate

Secondo il magazine Amica, fortunatamente la soluzione è a portata di mano (o di dita): “basta passare sul davanti, tra i capelli ancora umidi, un po’ di siero o mousse (meglio se ad effetto bagnato) per renderli subito luminosi e morbidi. Poi le chiome si possono legare con una coda di cavallo o uno chignon, l’importante è che siano entrambi stretti”.

Capelli-effetto-bagnato

Se poi volete dare l’impressione di un effetto “mare” ancora più incisivo e meno ordinato, potete sostituire il siero con uno spray salino. “L’effetto, in questo caso, sarà quello che si ottiene dopo un bagno in mare. E se i capelli sono lisci, si possono anche lasciare sciolti, fermandoli con gel leggeri dietro le spalle” – ricorda ancora il magazine.

Leggi anche: Taglio capelli corti, 100 acconciature da condividere

Ma a chi sono adatte queste acconciature con effetto bagnato? Di norma, l’effetto wet può essere maggiormente indicate quando piove o la percentuale di umidità si fa più alta. E per poter scoprire in anteprima e senza rischi l’effetto bagnato sulla propria chioma, non vi resta che scaricare l’app Redken Wethair, che dopo aver inserito la propria tipologia di capello e attivata la geolocalizzazione, potrà fornire le condizioni meteo fino a 5 giorni, con misurazione della temperatura e del tasso di umidità. A quel punto, potrete sperimentare senza pericoli l’effetto bagnato, godendo di un clima “ideale” per questo genere di innovazione stilistica.

E voi che ne pensate?

Previous ArticleNext Article
Informazioni biografiche