NanoPress

Capelli corti

47 tagli di capelli corti per scegliere il look ideale per l’estate!

Alla scoperta di qualche pratico consiglio per poter pettinare nel migliore dei modi i propri capelli corti in vista dell’estate!

1 di 47

Le persone che si avvicinano per la prima volta ai capelli corti sono tratte in facile inganno: si pensa infatti – ma erroneamente! – che i capelli corti possano essere più facilmente gestiti rispetto ai capelli lunghi, per la semplice convinzione che essendo minore l’estensione da “amministrare”, siano altresì meno le difficoltà da incontrare. Ebbene, niente di più falso! Così come i capelli lunghi, anche i capelli corti necessitano di essere acconciati con uno stile dedicato e con un’attenzione specifica.

Introdotto quanto sopra, meglio non lasciarsi prendere dallo scoramento. Sebbene sia vero che l’arrangiamento dei capelli corti spesso può far andare su tutte le furie le donne meno pazienti (le quali dovranno ad esempio rinunciare alla possibilità di rifugiarsi in corner sulla coda di cavallo), è anche vero che dare il meglio di se con dei capelli corti non è affatto difficile. Ma come?

In linea con i consigli per il 2016, possiamo certamente consigliare di pettinare il meno possibile i propri capelli corti. Anche il nuovo anno andranno infatti per la maggiore i look naturali, che possano esaltare uno stile sbarazzino. Ricordate dunque che i capelli corti non necessitano di essere spazzolati troppo frequentemente, e che potete arrangiarsi semplicemente passando le dita nella chioma.

Partite da voi stesse!

Capelli-corti-2016-tendenza-autunno-inverno (1)

Il fatto che oggi giorno sia possibile optare per decine di diversi stili di colore, potrebbe creare un po’ di confusione nelle donne che stanno cercando di rinvigorire il proprio stile di capelli. Tuttavia, è meglio non disperare, anzi! Il punto di partenza del vostro percorso di restyling non dovrà assolutamente cambiare: guardatevi dentro (e fuori!) alla ricerca degli spunti più utili per potersi sentire a vostro agio. Date un’occhiata attenta al vostro incarnato e al colore dei vostri occhi, ragionate sul colore base, e pensate se valga la pena colorare tutta la chioma o solo una parte di essa (le lunghezze, magari). Una volta compiuta questa piccola fase preliminare, sarete certamente in grado di individuare il punto di arrivo del vostro percorso di “ricolorazione”…

Luce e contrasti

Superata questa prima fase preliminare, potreste certamente decidere di entrare nel vivo della vostra attività di restyling. Tenendo, magari, in debita considerazione il fatto che le mode contemporanee apparse nelle principali passerelle di stile capelli hanno premiato le donne che hanno scelto di osare con i contrasti e con l’illuminazione della propria chioma. Da diversi anni impazzano oramai i ricorsi alle tecniche di colorazione più sofisticate, come il balayage, in grado di giocare con i contrasti sulle lunghezze, e in grado di regalare una bella luminosità aggiuntiva sul proprio capo. Niente di meglio, in vista del picco della bella stagione, no?

Sempre in linea con la ricerca di una maggiore naturalezza, evitate di utilizzare molti strumenti che “scaldano” i capelli corti. Il riferimento è principalmente alla piastra, uno strumento molto utile per poter dare un tocco desiderato alla chioma ma, alla lunga, anche uno strumento che può stressare il capello. Meglio dunque cercare di limitarsi a prodotti modellanti naturali, che possano conferire un buon risultato senza tuttavia appesantire e tendere la salute del capello.

1443681009_Tagli-capelli-corti-autunno-inverno-2016-430x505 (1)

Ricordate altresì che, contrariamente a quanto avviene con i capelli lunghi, le geometrie conquistate con il taglio dei capelli corti devono essere conservate con maggiore frequenza. Ne consegue che le donne che hanno i capelli corti dovranno rivolgersi dal parrucchiere con un arco temporale più ristretto rispetto a quelle che invece hanno i capelli lunghi.

Infine, quando lavate i capelli corti ricordate che è bene usare prodotti non aggressivi, e che – stando a quanto consigliano alcuni parrucchieri – una volta finito di sciacquare la chioma è consigliabile terminare il tutto con un getto di acqua fredda: donerà sollievo dopo il calore dell’acqua calda chiudendo i pori. L’acqua fredda farà anche bene al cuoio capelluto, migliorando la salute genera dei capelli.

Taglio-capelli-corti-2016-autunno-inverno

1 di 47

Previous ArticleNext Article
Informazioni biografiche