Connect with us

Nuovi tagli di capelli 2016 su CapelliStyle.it

Balayage in casa, come realizzarlo in 3 mosse (e qualche foto per consolarvi!)

Tendenze

Balayage in casa, come realizzarlo in 3 mosse (e qualche foto per consolarvi!)

Un nuovo approfondimento sul balayage, e su tutti i vantaggi che possono essere ottenuti rivolgendosi a un professionista!


Balayage in casa

Del balayage abbiamo parlato più volte nel corso del recente passato. Pertanto, se ci avete seguito con particolare affetto negli ultimi mesi, siamo certi che non vi coglierà di sorpresa questo nostro approfondimento su una delle tecniche di colorazione più fruite dalle donne più attente alla moda. Oggi vogliamo tuttavia spingerci ancora un po’ più oltre, e cercare di capire se il balayage sia realizzabile anche a casa vostra, o se invece sia un’esclusiva del vostro parrucchiere. In altri termini, come si può fare il balayage a casa propria? E con quali risultati?

balayage0

Cominciamo con il premettere che il balayage non è una semplice “colorazione” dei capelli, bensì è una tecnica particolarmente innovativa e sofisticata che vi permetterà di avere delle schiariture molto naturali, in contrasto con la base di colore. Dunque, si tratta di una versione più evoluta dei vecchi “colpi di sole”, bensì è una colorazione permanente che dona riflessi ancora più naturali e luminosi.

higlights-and-balayage-wavy-hair-color-looks

Leggi anche: 20 nuovi balayage tutti per voi, una collezione da non perdere!

Stabilito quanto precede, e trattandosi di una colorazione – appunto – permanente e dotata di complessità ben superiori a quelle ordinarie, quel che vi possiamo consigliare è di… non procedere alla realizzazione domestica di una simile tecnica, perché è necessario approcciare con questo stile con la giusta esperienza e consapevolezza.

Se tuttavia volete tentare la fortuna di una realizzazione “fai-da-te”, potete leggere oltre. E scoprire che, in fondo, sapere come fare un potenziale balayage a casa può essere utile per poterne comprendere appieno le sue caratteristiche.

Iniziate pertanto con il comprendere quali possano essere le zone oggetto di illuminazione, sulla base del vostro viso e del colore attuale dei vostri capelli. Per fare ciò sedetevi con calma davanti a uno specchio, in una stanza ben illuminata, e cercate di comprendere quali siano le zone che meriterebbero una schiarita. Regolatevi pensando che il balayage necessita di una decolorazione sulle sole punte.

Ricordate ancora che il balayage si fa quasi esclusivamente sui capelli naturali. Pertanto, se siete già tinte, vi consigliamo di attendere la decolorazione. Inoltre, è bene effettuare il balayage su una capigliatura chiara o mediamente chiara (sugli scuri creerebbe un contrasto non troppo adatto) e di non esagerare: il trattamento è abbastanza stressante per la chioma, e farlo più di 2-3 volte l’anno potrebbe alla lunga affaticare i capelli.

Fatto ciò, applicate il colore schiarente sulle singole ciocche, scendendo un po’ di tono alla volta. In questo modo riuscirete anche a “giocare” con una potenziale ricrescita, dando comunque l’impressione di un gradevole look apparente.

More in Tendenze

To Top