Avete mai sentito parlare del bob invertito? Siamo convinti di si, anche se forse lo avete letto chiamare invertito, o inclinato, o in altri modi ancora. Cambiano i nomi, ma quel che non cambia è la sostanza: si tratta di uno stile di capelli davvero straordinariamente seducente, un’acconciatura estremamente di tendenza, che vi viene fornita da tantissimi saloni di bellezza e che è mediaticamente spinta da tante star che sulle passerelle più in vista del mondo hanno fortunatamente avuto modo di sperimentare con successo questo genere di hairstyle. Ma di cosa si tratta? E perché è bene occuparsi di questo stile di capelli anche da dietro?

Che cosa è il bob invertito

Molto sinteticamente (le più appassionate ci perdoneranno questo eccesso di riassunto!) il bob invertito è –rispetto al bob classico e tradizionale – una versione del caschetto più corta nella sua parte posteriore, sulla nuca, e più lunga davanti, sulla fronte. Si tratta pertanto di un’acconciatura che “inverte” i canoni di lunghezza, andando a preferire le lunghezze sulla parte anteriore, rispetto a quella posteriore. Il risultato è sotto gli occhi di tutti, e vi sarà sufficiente dare uno sguardo a questa gallery per saperne di più: raffinatezza, seduzione e chic per tutte le donne che avranno modo di indossarlo!

Ebbene, proprio perché il bob invertito è maggiormente contraddistinto da una inversione dei volumi rispetto a quanto non avvenga con un bob tradizionale, la parte posteriore assume un’importanza estremamente rilevante nel definire il taglio, risultando ancora più importante la vista posteriore rispetto a quella anteriore e laterale che – per quanto intuibile – non dovreste comunque sottovalutare.

Come personalizzare la vista posteriore?

Per poterne sapere di più sulla bellezza della vista posteriore non possiamo che invitarvi a guardare con attenzione la serie di scatti che sotto abbiamo scelto di condividere con voi. Vi renderete immediatamente conto di quanto possa essere importante e semplice personalizzare la vista posteriore, andando ad adottare una maggiore o minore sfilatura vicino alla nuca, giocando con i volumi sulla parte posteriore e, perché no, con le rasature più o meno ardite.

Non sottovalutate il resto!

Cercate inoltre di far sì che la parte posteriore del bob invertito sia ben integrata con la parte laterale e con quella anteriore. Non dimenticate, infatti, che il bob invertito va curato adeguatamente a 360 gradi, e che potete giocare con i volumi non solamente prestando la necessaria attenzione alla parte posteriore, bensì anche a quella laterale e a quella anteriore, andando a sfilare o scalare debitamente i capelli anche in queste zone. Ricordate inoltre che il bob invertito è generalmente accompagnato da un bel ciuffo lungo in zona laterale, come va molto di moda negli ultimi tempi, e che nella vista laterale questo elemento riuscirà a spiccare maggiormente.

Infine, prendetevi cura delle giuste tonalità cromatiche da adottare: i colori chiari – come si evince dalla nostra gallery – sembrano avere una marcia in più, ma guai a sottovalutare l’importanza e l’essenzialità delle chiome più scure e brune.

Long bob: cosa è, e tanti spunti di stile nella nostra gallery!