Vai al contenuto

Acconciature

Capelli fini e sottili: come rinforzarli

Capelli, croce e delizia di tutte le donne.
C’è chi ne ha fatto un’espressione di sé, chi invece proprio non riesce a domarli, e c’è chi, addirittura, li vorrebbe diversi, magari più folti, corposi e dotati di volume.
Avere i capelli fini e sottili, infatti, spesso rappresenta un cruccio e i rimedi a cui si ricorre per rinforzarli e renderli più vigorosi a volte risultano controproducenti. I capelli sottili, infatti, si sporcano più facilmente rispetto a quelli più folti e chi soffre di questo problema tende a lavarli più spesso, contribuendo in questo modo ad indebolirne la struttura, anche con l’utilizzo di detergenti aggressivi e poco adatti.

Per rafforzare una capigliatura oltremodo debole e piatta, è necessario dare inizio ad una beauty routine mirata, che contempli l’utilizzo di prodotti per capelli fini e senza volume, in grado di non aggredire il fusto, e dare corpo anche alle chiome più piatte.

Perché i capelli sono sottili

A determinare lo spessore e la resistenza dei capelli, generalmente, ci sono fattori di tipo genetico, ma anche lo stile di vita e i cambiamenti ormonali rappresentano una causa scatenante da non sottovalutare. A contribuire all’insorgere di questa condizione, infine, possono esserci anche l’assunzione di farmaci, la gravidanza oppure, ancora, lo stress psicologico.
Per ovviare al problema, una dieta sana e bilanciata, e uno styling semplice, che non sottoponga i capelli ad uno stress eccessivo, possono contribuire ad attenuare i sintomi. Il primo passo, dunque, è cambiare la propria beauty routine, e utilizzare prodotti specifici per capelli fini.

Detersione e asciugatura

Si inizia dallo shampoo, che deve essere delicato e non aggressivo, così come il conditioner. Al termine della detersione, i capelli vanno districati quando sono ancora bagnati, ma non vanno mai frizionati con l’asciugamano, per non stressare le radici.
Anche l’asciugatura è importante. I capelli fini non riescono a sopportare il calore eccessivo, niente piastre e arricciacapelli, dunque, e il phon deve essere privato del beccuccio.
Chi ha i capelli sottili e piatti, solitamente, commette l’errore di avvicinare troppo il phon al cuoio capelluto, nella speranza di aumentare il volume partendo dalle radici. Errore! Per volumizzare i capelli sottili, l’unico modo è effettuare l’asciugatura a testa in giù: il risultato è garantito.
Per lo styling, infine, in alternativa a piastre e arricciacapelli, è meglio utilizzare dei prodotti idratanti e rimpolpanti, che siano in grado di dare forma e consistenza al capello, dalla radice fino alle punte.

I tagli “strategici” e le acconciature

Ma per dare volume ai capelli sottili, il taglio risulta davvero fondamentale. Una lunghezza eccessiva, infatti, contribuirà a rendere la capigliatura monotona, mentre un carrè sfilato, o anche un pixie cut divertente e dall’aspetto “spettinato”, aumenterà istantaneamente il volume dei capelli.
Il bob e il wavy bob rappresentano la soluzione ideale per chi ha i capelli sottili: le scalature e i ciuffiribelli”, sono un’arma vincente, danno movimento e corpo all’acconciatura, in più sono tagli facili da gestire, che non richiedono l’utilizzo di accessori per lo styling.
Ma per chi proprio non vuole rinunciare alle lunghezze, ci sono alcune acconciature in grado di volumizzare la capigliatura istantaneamente. Lo chignondisordinato”, chiamato anche messy bun, è la pettinatura per eccellenza dedicata ai capelli sottili.
Quest’acconciatura crea volume grazie alle lunghezze, che si intrecciano per creare lo chignon e vengono lasciate morbide. Per rendere il messy bun spettinato e molto glam, è consigliato lasciare dei ciuffiribelli” sulle tempie e sulla fronte. Anche la frangia risulterà un’ottima alleata e donerà istantaneamente volume, andando ad attenuare le eventuali attaccature particolarmente alte.