mostra del cinema di venezia

Da sempre ci facciamo ispirare dalla celebrities per quanto riguarda il look e quest’anno, alla Mostra del Cinema di Venezia, ci sono davvero delle belle proposte: le dive dello spettacolo sfoggiano le loro acconciature sul red carpet e fanno sognare le teste di tutti noi.

Le star propongono un hairstyle riadattabile e variegato, da poter sfruttare anche nella vita di tutti i giorni, dagli chignon alla frangia lunga e sensuale, passando per la classica riga al centro e la moderna ricrescita grunge, molto più scura rispetto al capello biondo ossigenato. Mille teste diverse attraversano il corridoio di flash di curiosi e paparazzi stando ben attenti a mantenere il perfetto aplomb.

Le acconciature di tendenza alla Mostra del Cinema di Venezia 2019

La classica riga al centro è tornata in voga ed è un nuovo dettaglio imprescindibile se si vuole rimanere al passo con i tempi. La madrina della Mostra del Cinema di Venezia, Alessandra Mastronardi, lo sa bene e sfoggia la riga centrale con disinvoltura. Eccetto un’apparizione soltanto, la scriminatura in mezzo è stata la perla che ha caratterizzato le sue acconciature dall’inizio del Festival.

Anche i capelli raccolti raccontano le scia che sta prendendo il trend del momento: dallo chignon perfettamente tirato stile ballerina, a quello più morbido o addirittura composto da trecce, i capelli legati piacciono decisamente a tutte. La scelta è apparsa sulle teste di molte celebrità, fra le quali Tina Kunakey, Melissa Satta e Matilde Gioli.

Il capello raccolto, quindi, sdrammatizza un po’ l’abito griffato ed eccessivo e favorisce un’immagine hippie anni 70. Di molto successo è sicuramente lo chignon messy, un po’ spettinato e mosso, composto soprattutto da trecce di diversa misura, dalle più grandi e morbide alle più strette e piccole. La pettinatura richiede un po’ di pazienza e tempo da perdere, ma ne vale decisamente la pena: il risultato è elegante, ma non troppo, da sfruttare ogni giorno a lavoro, ad un aperitivo o ad un evento importante. L’importante, se si vuole realizzare l’acconciatura, è armarsi di tantissima lacca da vaporizzare sulle lunghezze per dare un’effetto cotonato e resistente.

Capitolo a parte invece è lo chignon semi raccolto, non del tutto tirato sù, ma nemmeno libero di lasciare il capello selvaggio. Cate Blanchett ne fa una vera e propria questione di stile: forcine e mollette tengono ben salda una parte dell’acconciatura lasciando l’altra completamente sciolta a sfoggiare la lunghezza.

Il (finto) disordine diventa di tendenza

Se da sempre mostrare la ricrescita è invece considerato di cattivo gusto, da oggi il discorso cambia radicalmente: la ricrescita è chic! Il maxi stacco cromatico tra il capello naturale ed il capello tinto o decolorato è la nuova tendenza, sfoggiata da tempo da Kristen Stewart ora è considerata grunge ed adottata da molte sue colleghe del mondo dello spettacolo. L’importante, ci dice la tendenza stessa, è mostrare sempre e comunque un capello pulito e curato e soprattutto un makeup scelto ad hoc. 

Altra grande ed immancabile novità sono le amatissime onde, questa volta però leggermente rivisitate: non più boccoli stretti alla Shirley Temple e nemmeno super onde da pinup; il look cambia e diventa quasi stropicciato e con un effetto volutamente “post vacanze”. Immaginate le ferie al mare e nessuna voglia di impiegare tempo per la piega dopo lo shampoo, ecco le onde stropicciate, meglio ancora se dalle punte tendenti allo schiarimento. Leggermente increspate e spettinate dominano il red carpet e stregano il pubblico a casa. Fautrici dell’effetto disordinato sono sicuramente Melissa Satta e Michelle Hunziker. 

Ultima, ma non per importanza, la long fringe ovvero la frangia lunga, iconica su Monica Bellucci da ormai diversi anni che ha stregato Venezia. La frangia lunga permette di donare allo sguardo sensualità e profondità proprio grazie alle ciocche che ricadono leggere sulla fronte superando di un bel po’ le sopracciglia. Inoltre cancella i segni dell’età. 

Monica Bellucci