Vai al contenuto

Acconciature

Chignon disciplinato con riga ben definita. I look da copiare

Lo chignon è da sempre l’acconciatura più versatile che esista: casual, elegante o casalinga. I capelli raccolti in questo modo possono davvero regalare un tocco di eleganza in più quando vengono adattati al giusto outfit; in questo 2020 lo chignon torna a essere protagonista, ma questa volta in versione ultra disciplinata. Basta, quindi, “cipolle” disordinate: da oggi i capelli raccolti sono super tirati e con la riga netta e decisa.

Chignon disciplinato e con riga netta

Le passerelle parlano chiaro: lo chignon del 2020 è ultra ordinato e con la riga dei capelli molto decisa. Non importa se laterale o centrale, è fondamentale che sia netta. Basta ai capelli scomposti e fuori posto, lo chignon di questa estate è precisissimo.

biondi raccolti
Foto: @vanessabarretta_ [IG]
neri raccolti
Foto: @akvile_trautmann [IG]
biondi raccolti
Foto: @idomakeupandhair_ [IG]
biondi raccolti
Foto: @margauxdrxmua [IG]
neri raccolti
Foto: @beaudentity [IG]
castani raccolti
Foto: @thelucky6pence [IG]
neri raccolti
Foto: @yazmine.r [IG]
biondi raccolti
Foto: @circleweddings [IG]
neri raccolti
Foto: @sonjahh [IG]

Ma cosa comunicano le “righe” dei nostri capelli?

Chignon con riga al centro

La riga al centro è l’emblema dell’ordine e ha il potere di conferirlo su qualsiasi volto, anche su quelli con i lineamenti più duri. Secondo i fratelli Walter c’è un’associazione fra la scriminatura dei capelli e l’incoscio: una riga centrale segnalerebbe una mente equilibrata, affidabile, diligente, precisa e rigorosa.

neri raccolti
Foto: @perfectfinish__ [IG]

Riga a sinistra con ciuffo a destra

Una riga a sinistra invece rivelerebbe la prevalenza dell’emisfero sinistro, per l’appunto. Questo è legato alla logica, alla padronanza verbale, ai calcoli matematici e ai ricordi. Indica, quindi, una personalità determinata, riflessiva e carismatica.

neri raccolti
Foto: @artistry_hair_and_co [IG]

Riga a destra, ciuffo a sinistra

La riga portata a destra, invece, sarebbe il contrario di quanto sopra: comunica estro, creatività, empatia e grandissima sensibilità. L’emisfero destro del cervello, infatti, è sempre associato agli artisti, ai musicisti, ai pittori e in generale alle menti creative.

castani raccolti
Foto: @celiasurprice [IG]