Vai al contenuto

News

Come spazzolare i capelli lunghi senza dolore, anche quelli più sottili

Lo sappiamo tutti, chi ha capelli sottili, soprattutto lisci, spazzolare i capelli lunghi, può essere veramente un incubo. Non sempre tutti i nodi che vengono al pettine si riescono a districare. Ma con una sufficiente esperienza, la maggior parte di noi impara i trucchi per districare con il minimo dolore: inizia dal basso, sali fino al cuoio capelluto, meglio se on una spazzola in legno e meglio ancora se condizioniamo prima. Ecco dunque come spazzolare i capelli.

L. Mahadevan, il Lola England de Valpine Professore di Matematica Applicata, Biologia Organistica ed Evolutiva e di Fisica, ha imparato i meccanismi della pettinatura anni fa mentre spazzolava i capelli di sua figlia. “Ricordo che lo spray districante a volte sembrava funzionare, ma dovevo comunque fare attenzione a pettinare delicatamente, partendo dalle punte senza nodi”, ha detto Mahadevan. “Ma sono stato presto licenziato da mia figlia perché non ero molto paziente”.

Districare i nodi ai capelli grazie ad un algoritmo

Sebbene Mahadevan abbia perso il suo ruolo di parrucchiere, era ancora uno scienziato e la topologia, la geometria e la meccanica del districare ponevano interessanti domande matematiche rilevanti per una serie di applicazioni, tra cui la produzione tessile e processi chimici come la lavorazione dei polimeri. In un nuovo articolo, pubblicato sulla rivista Soft Matter, Mahadevan e i coautori Thomas Plumb Reyes e Nicholas Charles, esplorano la matematica della pettinatura.

I ricercatori hanno anche identificato la lunghezza minima ottimale per ogni colpo: più piccolo e ci vorrebbe un’eternità per pettinare tutti i grovigli e più a lungo e sarebbe troppo doloroso. I principi matematici della spazzolatura sviluppati da Plumb-Reyes, Charles e Mahadevan sono stati recentemente utilizzati dalla professoressa Daniela Rus e dal suo team al MIT per progettare algoritmi per farsi spazzolare i capelli da un robot.

Come capire se stai meglio con i capelli corti o lunghi: esiste il metodo matematico