Regno Unito: l’iniziativa di alcuni parrucchieri per pulire l’oceano con i capelli

E se i capelli potessero contribuire a rendere l’oceano più pulito? Quello che sulle prime battute potrebbe suonare come un bizzarro contributo all’ecologia, è ormai realtà. Nel Regno Unito, infatti, un collettivo di ecologisti sta incoraggiando i parrucchieri a riciclare capelli per questa nobile causa. Ma come funziona? Scopriamolo insieme.

Leggi anche: Sapevi che esistono 4 modi per riciclare i capelli?

Regno Unito, pulire l’oceano con i capelli: l’iniziativa di un collettivo ecologista

Pulire l’oceano coi capelli. L’idea, che sta prendendo piede in UK, parte da Fry Taylor, uno dei fondatori del Green Salon Collective che ha mostrato come utilizzare i capelli per realizzare filtri anti-inquinamento nel suo salone dell’est di Londra. Una vera risorsa per ripulire gli sversamenti in mare, produrre compost o generare energia! Il procedimento dimostrato dall’attivista è molto semplice: versa dell’acqua in un serbatoio, poi vi aggiunge olio per motori e infine srotola una rete di cotone che imbottisce di capelli. Una volta completato il filtro, lo fa scivolare sulla superficie dell’acqua inquinata e pochi secondi dopo è di nuovo pulita. “I capelli assorbono naturalmente l’olio e lo trattengono”, spiega.

Regno Unito, pulire l’oceano con i capelli: un’idea mondiale

L’idea di usare i capelli come filtri disinquinanti arriva dagli Stati Uniti da dove è partita l’iniziativa per rivelarsi utile soluzione un po’ in tutto il mondo per assorbire il petrolio in mare. I capelli hanno contribuito a ripulire le acque, per esempio, durante la marea nera causata dall’affondamento di una petroliera giapponese al largo delle Mauritius nel 2020. Nell’ultimo anno anche la Gran Bretagna, grazie a Green Salon Collective, sta facendo la sua parte con ben 600 saloni che hanno aderito all’iniziativa raccogliendo circa 500 kg di capelli. Parte di questi, è già stata impiegata per ripulire corsi d’acqua e una fuoriuscita di petrolio in Irlanda del Nord, oltre che per attività di compostaggio. Secondo gli esperti, un chilogrammo di capelli assorbe fino a 8 litri di petrolio.

Segui già Capellistyle.it su Instagram? Clicca QUI per rimediare!