Lavarsi i capelli con lo shampoo può rendere la nostra chioma più pulita, luminosa e profumata. Ma attenzione a non esagerare, poiché a furia di abusare dello shampoo, l’effetto ottenuto sarà esattamente il contrario. Fortunatamente, c’è un metodo semplice ed efficace per poter ottenere ottimi risultati: lavare i capelli con bicarbonato di sodio. Ma perché?

Dove è iniziata la mania per il bicarbonato

La tendenza a lavare i capelli con il bicarbonato non è recentissima, essendo venuta in mente a due blogger statunitensi, Margaret Badore e Katherine Martinko. All’inizio il loro non era che un particolare esperimento, una vera e propria sfida in base alla quale avrebbero dovuto rinunciare allo shampoo e lavare i capelli con bicarbonato di sodio e aceto di sidro di mele per un mese. Da questo momento in poi la strada delle blogger si è divisa: la prima, Margaret, è tornata allo shampoo, la seconda, Katherine, si è trovata così bene, che ha proseguito con il bicarbonato.

Bicarbonato per capelli più sani e splendenti

Katherine si è resa conto che i suoi capelli fossero più sani e meno grassi rispetto a quando utilizzava lo shampoo. E si è resa conto che aver ceduto al ritorno allo shampoo ha dato risultato pessimi: è stato sufficiente un utilizzo per rendersi conto che i capelli erano tornati grassi come prima, e la cute appariva più irritata.

Come usare il bicarbonato sui capelli

Se anche voi volete iniziare a lavare i capelli con il bicarbonato di sodio e con l’aceto di sidro di mele, ricordate di ponderare bene le dosi (chi ha i capelli lunghi dovrebbe sciogliere due cucchiai di bicarbonato in una tazza di acqua). Ottenuto il composto, massaggiate delicatamente il composto sulle radici dei capelli bagnati, risciacquate e fate lo stesso con l’aceto di mele (in questo caso il composto dovrà essere creato con un quarto di aceto di mele e tre quarti di acqua).

bicarbonato-620x350

Se infine avete i capelli corti, dimezzate le dosi sopra indicate.