Cambiare taglio non è mai semplice, ma spesso è la soluzione più gettonata per far fronte alla noia di vedersi sempre uguali. Per noi donne un taglio di capelli diverso rappresenta una vera e propria rivoluzione e con soli pochi centimetri di meno ci sentiamo diverse e pronte ad affrontare qualsiasi sfida. Scegliere il giusto taglio di capelli è di per sé una sfida e tendiamo a ponderarlo molto bene. Al di là di qualche colpo di testa che ogni tanto possiamo ammettere sulle nostre chiome, per non sbagliare mai vi consigliamo di optare tra uno dei tagli evergreen, che non passa mai di moda.

Caschetto paro

Ha tanti nomi diversi, ma è sempre lui: il caschetto. Negli anni rinominato bob o carré, si impone di diritto come uno dei tagli più classici in assoluto. Il suo successo risale addirittura agli anni 20, quando le flapper girls decisero di iniziare a portare i capelli corti, all’altezza della mascella.

La variante più vista è sicuramente quella liscia e para, dall’effetto lucido chiamato glass-like – letteralmente “lucido come uno specchio”. La sua geometria perfetta accorcia i visi troppo lunghi ed incornicia quelli più tondi; ancora meglio se portato con le punte girate in dentro, come Kim Kardashian qui sotto.

bob
Foto @kimkardashianwest [IG]

Pixie Cut

Il Pixie è il taglio corto per eccellenza, definito con un termine un po’ ageè “alla garçonne“. Perfetto per chi ha un viso minuto, evidenzia zigomi e lineamenti e nonostante quello che si possa pensare è davvero molto femminile!

Questo è uno tra i tagli evergreen, ed è molto versatile e può essere portato in maniera più chic o più sportiva a seconda delle esigenze. Michelle Williams è la regina indiscussa del Pixie Cut.

Michelle Williams
Foto @pixie-cut.com

Frangia e capelli lunghi

Il capello lungo è un classico e regala sempre un innegabile fascino a chi lo porta. La sua variante para con una bella frangia lunga è quella più in voga e ricorda un po’ le icone della moda di un tempo: Françoise Hardy e Brigitte Bardot.

Per conferire un aspetto bohémienne il taglio deve essere paro e la frangia maxi, anche questa para o a tendina. Per lo styling è consigliabile un liscio, ma naturale, quindi non spaghetto o fresco di piastra. Eccolo sulla splendida Jessica Biel.

shah Jessica Biel
Jessica Biel

Lunghezza media rigorosamente mossa

Anni fa questa è stata una vera e propria tendenza e non accenna ancora a passare di moda: i capelli medi mossi restano un caposaldo dello styling degli anni 2000. È un taglio versatile e che sta bene davvero a tutte poiché facile da portare.

Il taglio scalato

Questo è davvero l’evergreen dei tagli di capelli; iconica Jennifer Aniston che lo ha riportato in auge ormai diversi anni fa. Consigliato per chi ama la lunghezza, ma allo stesso tempo vuole dare movimento all’acconciatura, senza che questa risulti piatta e noiosa.

La scalatura alleggerisce la chioma facendo risultare il tutto più dinamico; anche questo è un taglio che va bene davvero per ogni donna ed è bellissimo sia nella sua variante liscia che mossa. Assolutamente da provare!

Long Bob

Anche questo taglio, uscito fuori come una tendenza temporanea è ormai diventato un grande classico. Il long bob è un caschetto lungo, che arriva quindi all’altezza delle spalle; la mezza lunghezza conferisce sicurezza per chi odia sentire il collo scoperto ed in più si presta a pieghe più estrose rispetto alla classica piega liscia.

Long bob
Jennifer Lawrence

Doppio taglio

Il doppio taglio da donna è la risposta a chi vuole osare più possibile. Leggermente più lungo e particolare del pixie cut, garantisce sicuramente la possibilità di giocare di più con le proprie acconciature.
Anche in questo caso non viene associato ad uno stile ben preciso, ma lascia a chiunque lo porti una grande libertà di scelta. È caratterizzato da una sfumatura alta sulla nuca; ma presuppone un mantenimento notevole poiché richiede una massima definizione per ottenere l’effetto doppio.
doppio taglio
Scarlett Johansson

Capelli da pin-up

Quello che davvero non passa mai di moda è lo stile rétro e Dita Von Teese lo sa bene. L’ex signora Manson ha riadattato lo stile al meglio rendendo l’acconciatura più che mai fresca ed attuale. La caratteristica per eccellenza del taglio rockabilly sono onde morbide, ma molto strutturate. Se volete provarlo armatevi di lacca!

dita von teese
Dita Von Teese

Lo shang

Ogni anno torna fra le tendenze e dunque può essere annoverato anche lui fra gli evergreen; lo shang è un chiaro richiamo agli anni ’70 e alle sue icone. Le caratteristiche del taglio sono: una lunghezza media, scalature molto accentuate ed uno styling volutamente disordinato.

Ci piace soprattutto perché non richiede un grande mantenimento e poco sforzo nella piega, l’importante è utilizzare uno spray anti-crespo.

shang
Fonte: DonnaModerna

Taglio a 5 punte

Questo taglio è nato negli anni ’60 da Vidal Sasson per Mary Quant. È un taglio corto e ha solcato le linee dello stile bon ton della Swinging London, affermandosi come massima espressione di esso.
È basato su una forte geometria e viene considerato una vera e propria opera architettonica sul capello. Da portare in modo curatissimo.