Le acconciature laterali sono in voga già da qualche anno, è sufficiente guardare le star del red carpet per capirlo. D’altronde esse danno un’aria elegante, glamour, uno stile circondato da un alone di mistero.

Le acconciature laterali sono in voga già da qualche anno, è sufficiente guardare le star del red carpet per capirlo.

Perché scegliere le acconciature laterali

D’altronde esse danno un’aria elegante, glamour, uno stile circondato da un alone di mistero. Esse sono sexy, ma senza essere sfacciate, romantiche, ma non troppo: insomma sono l’espressione della femminilità perfetta. Queste pettinature poi hanno il vantaggio di stare bene un po’ a tutte perché permettono di variare il ciuffo, scoprendo più o meno il viso. Esse quindi possono andare a valorizzare i lineamenti e a nascondere difetti estetici.

È infatti inutile negare che tutti hanno un profilo migliore di un altro e con le acconciature laterali è possibile giostrare i capelli in modo da metterlo in luce distogliendo l’attenzione dal resto. Lasciando scoperta la nuca ed il collo, esse sono in grado di catturare gli sguardi andando a focalizzare lo sguardo su queste zone sensuali, anziché per esempio su un naso aquilino etc. Le pettinature laterali poi possono creare un andamento verticale che da slancio all’intera figura, riequilibrando le proporzioni anche di visi più rotondi e tondeggianti. La riga di lato infatti, elemento classico delle acconciature laterali, può creare verticalità e dare volume alle radici, allungando il viso.

Quando portare le acconciature laterali

Oltre a un vantaggio estetico, c’è da dire che le acconciature laterali sono sempre di moda e chic. Esse sono un’ottima alternativa per tutte le donne che non hanno voglia di lasciare i capelli sciolti, ma allo stesso tempo non si vedono o non desiderano una pettinatura raccolta. Le acconciature laterali sono tantissime: trecce, chignon, code di cavallo. Esse sono davvero moltissime, sarà sufficiente capire qual è l’acconciatura che meglio fa al caso vostro! In base ai vostri gusti personali e all’outfit potrete selezionare quale acconciatura è meglio realizzare.

Le acconciature laterali vanno bene praticamente sempre, anche perché possono essere portate più o meno morbide e più o meno raccolte. Le pettinature di lato vanno bene per una passeggiata con le amiche, ma vengono anche usate tanto sulle passerelle e sul red carpet, prova del fatto che possono anche essere incredibilmente eleganti. Non è un caso se moltissime acconciature per la sposa sono laterali. Tutto dipende anche dalle tempistiche: se siete di fretta non farete cose molto elaborate, mentre se avete la mano e tempo, potrete realizzare acconciature semiraccolte molto preziose e particolari.

Quando stanno bene le acconciature laterali

Come anticipato le acconciature laterali stanno bene un po’ a tutte, esse infatti permettono molto di giocare sul ciuffo e quindi sullo scoprire il viso in modo più o meno importante. Esse possono anche essere molto tirate e raccolte, come un po’ morbide. Per questi motivi sono esse hanno molte possibilità. Se hai un viso spigoloso le acconciature raccolte lateralmente sono l’ideale perché possono smussare gli angoli del viso, andando a scendere in modo morbido. Se il volto è spigoloso la cosa ideale è scegliere un acconciatura laterale morbida e possibilmente bassa: via libera alle ciocche che ricadono sulla mandibola e ai ciuffi che coprono la fronte.

Se hai il viso allungato le acconciature potranno accorciarlo: da evitare ovviamente quelle sulla sommità della testa, ben vengano le acconciature laterali, come gli chignon o le code di cavallo, se sono morbide nella parte bassa, ma tirate sulla parte superiore e sulla fronte. Lo stratagemma migliore per rendere il viso più corto è quello di lasciar scendere uno o più ciuffi lungo le guance, dando così l’illusione di dividerle a metà.

Se il tuo viso è piccolo e minuto le acconciature laterali vanno benissimo, ricorda però ti tenere il viso molto scoperto: per questo motivo è bene che i capelli siano tirati all’indietro e ben raccolti lateralmente. Allo stesso modo se hai un viso rotondeggiante. In quest’ultimo caso però lascia pure che qualche ciuffo accarezzi le guance in modo che spezzino il volto. Se hai un viso triangolare con il mento piccolo e la fronte spaziosa è necessario che riequilibri la parte superiore del volto restringendo la fronte: l’ideale è una frangia o un ciuffo che dia movimento. Le acconciature laterali in questo caso è meglio siano morbide e che scendano sulla nuca oppure ai lati del viso. Meglio evitare di aggiungere volume sopra la testa.

Se il tuo viso è ovale, non ci sono indicazioni, poiché si tratta del volto relativamente perfetto. Le acconciature laterali puoi portarle tirate o morbide, con i ciuffi o senza. Hai carta bianca, non sbaglierai. Se hai il viso rettangolare dovrai scegliere un acconciatura che ammorbidisca i tratti del viso: la cosa ideale sono pettinature che creino volume ai lati della testa, ben vengano ciocche lungo le guance e frange non troppo piene.

Esempi di acconciature laterali: le più basic

Le acconciature laterali più semplici da fare sono di certo i semi raccolti, ovvero quelle che prevedono i capelli sciolti messi tutti da una parte, fermati al massimo con delle forcine invisibili e con uno spruzzo di lacca. In alternativa si possono anche usare fermagli decorati quando si tratta di un’occasione più elegante. Chi ha una maggiore manualità può anche osare a realizzare una treccia incavata oppure un torchon, in modo da impreziosire anche il lato opposto rispetto a quello su cui ricade la chioma. Se desiderate un po’ di movimento, lavorate prima i capelli con il ferro.

Un’alternativa semplice è costituita dalla coda di cavallo però realizzata lateralmente: può trattarsi di una ponytail semplicemente legata in basso, sotto all’orecchio oppure una coda alta con la parte delle lunghezza appoggiate sulla spalla. In questo caso un’idea è quella di arricciare la parte finale della coda in qualche ricciolo scenografico. Volendo potete poi coprire l’elastico con una ciocca di capelli presa da dietro, facendola girare davanti all’elastico e legandola poi dietro questo con una forcina.

Raccolti laterali semplici: trecce e chignon

La treccia, fatta in modo classico, o a spina di pesce, se viene messa di lato diventa una delle acconciature laterali più romantiche. Per dare un sapore più elegante e chic i capelli vanno tenuti più stretti e magari oltre all’elastico messo in fondo alle lunghezze, potreste pensare di metterne un altro prima dell’intreccio, vicino all’orecchio. Qualunque sia la treccia che avete scelto ricordate di non farla subito dopo lo shampoo perché è più facile che i capelli vi sfuggano di mano, meglio lavarli il giorno prima. Per realizzare questa acconciatura è sufficiente pettinare i capelli portandoli di lato e procedere come sempre nella realizzazione una volta divisi i capelli in tre parti. Se realizzate la treccia a spina di pesce ricordate che per comodità è meglio legare i capelli in una coda prima di cominciare l’intreccio: se poi preferite potete tagliare quell’elastico.

Un’idea preziosa e glamour è anche costituita dallo chignon, ovvero un classico raccolto a cipolla portato lateralmente. Lo chignon può essere portato più o ,meno tirato: morbido e spettinato per un look romantico e dolce, più tirato per maggiore rigore. Lo chignon può essere impreziosito con fermagli o fiori (stagione permettendo). Terminata la posa date sempre una spruzzata di lacca per fissare il tutto.