La Banca dei Capelli arriva a Moregno per aiutare i pazienti oncologici

La Banca dei Capelli arriva a Moregno per offrire sostegno a chi si trova in difficoltà durante il suo percorso da paziente oncologico.

Leggi anche:  Carolina Marconi sceglie la parrucca dopo la chemioterapia

La Banca dei Capelli di Moregno

Marianna Begnini – titolare del salone Margy’s Style – porta avanti questa iniziativa già da qualche anno: partecipare è semplicissimo; l’importante è avere almeno 17 centimetri di capelli da poter donare alla Banca dei Capelli, l’Associazione che raccoglie trecce di chioma per realizzare parrucche per i pazienti oncologici. Questo gesto non costa nulla, se non il sacrificio di rinunciare a qualche centimetro di capelli, ma riscalda il cuore sapendo di aver fatto un grande regalo a chi ne ha più bisogno di noi. Ecco le parole di Marianna Begnini sulle donazioni per la Banca dei Capelli:

Sin da quando ho iniziato a collaborare con l’associazione e a raccogliere le donazioni di capelli, ho riscosso subito un buon feedback da parte degli utenti-donatori.  Risposta che è andata aumentando soprattutto nell’ultimo anno e mezzo, a seguito della pandemia. Da quando abbiamo riaperto dopo il primo lockdown, la generosità è stata una cosa pazzesca. Le richieste per poter donare i propri capelli sono in continuo aumento, e almeno una volta a settimana ricevo mail o chiamate per richieste di informazioni circa modalità e costi del dono di capelli. Tante persone magari conoscono l’iniziativa tramite il passaparola e scoprono della Banca dei capelli, e contattano me per poter aderire all’iniziativa e fare del bene.

E ancora, sulla donazione dei capelli per realizzare parrucche oncologiche, la Begnini dice:

In soli sei mesi abbiamo raccolto un chilogrammo e mezzo di capelli, che sembra poco ma che se pensiamo a quanto siano leggeri i capelli, poco non è. Il costo per chi dona è quello di un taglio semplice, senza supplemento, perché i costi della spedizione me li assumo io. È bello vedere tanta solidarietà e spero che le richieste continuino ad aumentare: se possiamo fare del bene così facilmente, senza grosse fatiche o sacrifici, facciamolo.

Fra le donatrici, anche Martina – giovanissima ragazzina – ha voluto dare il suo contributo alla Banca dei Capelli. Le parole della titolare del salone:

Oltre a ciò, cerco di pubblicizzare l’iniziativa sui miei profili social, dove posto regolarmente tutte le foto dei tagli e delle clienti prima e dopo le donazioni. Permettetemi però di concludere con una menzione speciale: vorrei fare i complimenti anche alla nostra più piccola donatrice di capelli, mia figlia Martina, che ad appena sei anni ha già donato per ben due volte 27 centimetri dei suoi capelli biondi a chi sta combattendo la dura lotta contro il cancro.

Segui già Capellistyle.it su Instagram? Clicca QUI per rimediare!