A Berlino si entra dal parrucchiere solo con tampone negativo al Covid19

A Berlino, in Germania, dal prossimo mercoledì sarà necessario un tampone negativo per accedere a diverse attività: andare dal parrucchiere, visitare musei e fare shopping saranno permessi solamente previa dimostrazione di non essere infetti da Covid19. La decisione è stata annunciata sabato dal Sindaco Michael Müller e i suoi vice.

Leggi anche: Coronavirus, un parrucchiere in sciopero della fame chiede subito i vaccini per la sua categoria

Berlino: tampone negativo per andare dal parrucchiere

Le nuove regole di Berlino escludono dalle stesse i supermercati, le farmacie e le drogherie, attività rimaste sempre aperte anche durante il lockdown degli scorsi mesi. La città tedesca, comunque, nonostante l’aumento dei contagi non sta tenendo il freno di emergenza e molti sostengono che la necessità di mostrare un tampone negativo al covid19 prima di accedere ad alcune attività sia proprio per giustificare questo allentamento delle misure anti-contagio.

Ma la strategia sarà efficace? Obbligare i cittadini a fare un tampone per accedere a un salone per parrucchieri vorrebbe dire rallentare il tracciamento dei contagi, perdendo tempo a esaminare tamponi solamente per consentire alla popolazione di poter fare certe attività. Inoltre non è ancora chiaro se si tratti di un tampone rapido o molecolare; ma siamo sicuri che sia proprio la scelta più giusta? Forse il Sindaco Müller spera nel desistere spontaneo dei cittadini nell’approcciare a determinate attività commerciali, riducendo così il rischio di contagio.