capelli biondi ricrescita

Foto: Pinterest.com

Capelli biondi e ricrescita scura: cosa fare e cosa evitare. Parla l’esperto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La ricrescita scura sui capelli biondi o decolorati è stato un must di stagione, ma non tutte le donne apprezzano il distacco netto fra le due nuance e in questo periodo di lontananza dai parrucchieri è davvero difficile cercare di capire come sopperire a questa urgenza. C’è anche chi – nel pieno dello sconforto – ha pensato di tornare al castano o al nero e coprire così mesi o anni di duro lavoro e pazienza per arrivare al colore desiderato. Ma non temete! In questa guida vi spieghiamo cosa potete fare e cosa invece dovreste evitare.

Parla l’esperto

A esporsi sull’argomento è l’hairstylist Simone di Fazio, esperto colorist Matrix e Biolage.

Le schiariture fai da te, quindi, sono effettivamente alla portata di tutti?

La risposta è no: «I decoloranti professionali non sono in vendita per legge nei supermercati, e anche se li si trova su Amazon, sconsiglio vivamente il fai da te: sono prodotti chimici che esigono expertise per poter essere utilizzati in sicurezza per i capelli e per la cute». Ma non disperate, una soluzione c’è! Basterà uniformare lo stacco fra le radici e il biondo con un biondo intermedio, magari sui toni del cenere.

Simone di Fazio dice: «Consiglio di comprare una tinta un paio di toni più chiara del colore della ricrescita: ipotizzando si abbia un castano chiaro, si può scegliere un biondo medio-chiaro, se potete, mandate un messaggio e una foto al vostro parrucchiere: conosce le  tecniche delle colorazioni e soprattutto i vostri capelli, e può aiutarvi a scegliere». Questa soluzione è utile, quindi, per tirare avanti qualche settimana in attesa della riapertura dei parrucchieri, «Si va a scurire leggermente il biondo delle lunghezze e tonalizzare il castano in crescita, che invece si schiarirà, minimizzando l’effetto stacco netto. Vale anche se fra i castani c’è qualche capello bianco».

Maschere coloranti

Un’altra soluzione homemade può essere quella di ricorrere alle maschere coloranti che smontano più facilmente di una tinta, così una volta tornati dal vostro parrucchiere potrete affidarvi a lui senza alcun problema. L’esperto dice «Con il mio collega Salvatore Riccardi abbiamo messo a punto e verificato in video call con diverse clienti e amiche l’efficacia di una maschera “ravviva colore” 100% fai da te. Non copre i bianchi ma agisce come un leggero riflessante naturale che uniforma e ravviva il colore in maniera totalmente naturale».

S.O.S COLOR & GO Maschera Colorante Riflesssante e ravvivante Rame 300 ml
  • Maschera Colorante Rame | Color Mask Copper
  • 0% AMMONIACA - AMMONIA | 0% OSSIDANTE - OXYDANT | 0% PARABENI - PARABENS | 0% SLES
  • Durata 4 shampoo | It lasts 4 shampoos
  • ITALIAN PROFESSIONAL QUALITY
  • MADE IN ITALY
Crazy Up Maschera Colorante Senza Ammoniaca Semipermanente per Capelli - Rame - 200 ml
  • ⭐️ Maschera colorante semi permanente senza ammoniaca con pigmenti puri di colore.
  • ⭐️ Le maschere coloranti Crazy Up grazie alla loro formulazione delicata e all'aggiunta di olio di fiori di loto non rovinano il capello ma lo lasciano morbido e lucente. Giocare con i colori non è mai stato così facile e divertente.
  • ⭐️ Tonalizza i capelli decolorati o naturalmente chiari in modo veloce e sicuro senza rovinare il capello
  • ⭐️ Il prodotto può essere applicato puro o miscelato con la tua maschera preferita, ma anche miscelato con altre nuances Crazy Up per creare riflessi personalizzati.
  • ⭐️ Utilizzare il prodotto come una normale maschera per capelli, applicare dopo lo shampoo sui capelli bagnati e lasciar agire dai 5 ai 30 minuti, procedere poi al risciacquo con abbondante acqua senza shampoo.

Fare una tinta è la soluzione?

Anche in questo caso la risposta è negativa. Se pensate di optare per una tinta castana per coprire tutto e non pensarci più, sappiate che non è così semplice! Il risultato non è garantito; anche se questa operazione venisse eseguita da un esperto verrebbe comunque trattata in modo diverso da come faremmo noi a casa. Di Fazio dice: «Non è infatti possibile colorare direttamente il capello decolorato, specie platino o molto chiaro, senza rischi. Questa tappa transitoria, prima della colorazione, è fondamentale»

E poi continua: «Bisogna ripristinare i pigmenti caldi rossi e aranciati che sono stati eliminati durante il processo di schiaritura. Senza una calibrata base calda nel fusto, la presa della tinta non è garantita, potrebbe non essere uniforme su ciocche variegate chiare, e soprattutto, può virare verso un improbabile color fango, se non perfino al verde e all’arancione in base ai riflessi che riattiva».

Insomma, prima di prendere qualsiasi decisione pensateci bene, ma se potete, resistete fino all’incontro tanto atteso con il vostro parrucchiere di fiducia!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Anno 1992, ama nel profondo la bellezza. Grazie alla fusione del diploma all'Accademia di trucco cinematografico e la laurea in Cinema e Produzione Multimediale è riuscita a fare ciò che più ama: scrivere di makeup e tendenze