Un tempo il root shadow era simbolo di imperfezione, di disordine e non cura. Oggi invece, i capelli biondi con base scura continuano a essere un trend fortissimo. Si poteva immaginare a una tendenza stagionale di breve durata e invece la ricrescita dei capelli e del contrasto tra biondo e scuro ora non è più un difetto da nascondere.

Gli hairstylist lo consigliano realizzando ad hoc un forte contrasto tra radici e lunghezze creando un effetto trasandato, ma curato nel dettaglio. Il colore, infatti, non deve essere troppo netto, ma sfumato.

Oltre ad essere diventata una novità ben vista anche sui social, il root shadow dona dei benefici ai capelli tra cui:

  • aggiunge leggerezza e volume ai capelli
  • fornisce un’acconciatura a bassa manutenzione che non richiede tinte per un massimo di tre mesi
  • consente la crescita del colore naturale dei capelli alla lunghezza desiderata
  • dà naturalezza all’immagine
  • rende i capelli più sani poiché le radici non richiedono una tintura costante
  • l’effetto che si ottiene è sempre curato
  • rende l’acconciatura accattivante

#Shadowedroot in tutte le sue forme

Nel primo esempio si può notare una base scura con schiariture sul naturale, come dopo una settimana al mare.

Shadowedroot
Foto @alesandrahairsalon [IG]
Qui invece la base scura naturale con schiariture omogenee sul biondo creando un effetto contrastante notevole.

 

shadowed root
Foto @hairandmakeupby_lori [IG]

In questa foto invece la base chiara biondo cenere con lunghezza e punte che vertono sul platino.

Shadowedroot
Foto @ashleigh_hair1 [IG]

Vedi altre foto su Instagram.