Vai al contenuto

Guide

Capelli lisci dopo l’estate: 3 passaggi per averli nutriti, spessi spessi e setosi

Profumo d’autunno e voglia di capelli lisci lisci, luminosi e piatti, in contrapposizione alle onde estive. Come ottenerli? Il segreto è affidarci a tutti quei prodottini idratanti, ridensificanti e lucidanti, che mettono una toppa sulle chiome svuotate e opache che sono state baciate dal sole. Chiaramente anche un bel taglio autunnale sarebbe un vero toccasana, ma ne parleremo poi!

Capelli lisci autunno 2022: il nutrimento e a luce arrivano dall’interno


Come ristrutturare i capelli lisci, i primi due passaggi
La prima azione da eseguire è quella di affidarsi a un buon scrub detossinante, da massaggiare con movimenti circolari lungo tutta la superficie della cute umida, pre shampoo e trattamento in crema. Lo scrub si lascia agire per qualche minuto per poi essere risciacquato abbondantemente. Passaggio fondamentale anche la maschera, in posa per 10-15 minuti almeno. Quelle su cui puntare tutto contengono acido ialuronico, burro di karité, avena, avocado e zenzero. E questi sono due step fondamentali per nutrire i capelli lisci dopo l’estate.

Capelli lisci dopo l’estate impacco nutriente e inspessente
Ce n’è un terzo, una vera e propria manna dal cielo: un impacco ristrutturante a base di cassia. La cassia è un rimedio naturale per chi ha capelli sottili, opachi, stressati, sfibrati o che sono stati trattati chimicamente.
Gli ingredienti per l’impacco sono:
cassia
acqua calda, ma non bollente, oppure infuso
limone
yogurt oppure del miele
Mettete in una ciotola capiente la cassia in polvere necessaria per la lunghezza dei vostri capelli. Aggiungetevi gradualmente continuando a mescolare l’acqua calda. Questa va bene intorno a 50° C, cioè ben calda, ma che non scotti. Se al posto dell’acqua volete fare un infuso è ancora meglio: potreste scegliere per esempio del rosmarino per rinforzare la cute e se avete problemi di secchezza o forfora, oppure della camomilla per i capelli chiari. In alternativa potete anche usare un qualunque the.

Balsamo a secco: cos’è, come usarlo e soprattutto quando