Donna con capelli shatush neri e rossi

Capelli mossi con phon e ferro, ecco come fare!

Ma attenzione: il pericolo che potreste correre è quello di rovinare la chioma, se non si scelgono i giusti prodotti, come la piastra Dyson, e se non si adottano le giuste precauzioni per evitare qualsiasi problema di salute ai fusti. Come fare, dunque?

La prima cosa che vi suggeriamo di rispettare è la preparazione: per poter dare corpo alla chioma, usate sempre shampoo e balsamo adatti per i capelli ricci, che faciliteranno l’asciugatura e permetteranno ai capelli di rispondere bene all’uso di piastre e ferro. Nel caso in cui notiate che i capelli siano un po’ secchi, trattateli con prodotti a base di cheratina. Lavate la chioma, tamponatela e disciplinate i ricci con specifici prodotti.

Passando poi alla fase più pratica, iniziate a mettere a riscaldare il ferro arricciacapelli, affinché sia pronto per la messa in piega. Generalmente la temperatura “ideale” viene indicata dal produttore dell’accessorio, ma potrebbe essere di circa 180 gradi se avete capelli fini e sottili, o 230 gradi se invece avete capelli più spessi e più grossi. Il nostro suggerimento è in ogni caso quello di non esagerare e di procedere per livelli: partite sempre dalla temperatura più cautelativa, e procedete con l’innalzarla man mano, fino ad ottenere la soluzione ideale.

Applicate un termoprotettore come Stylista #Blowdry di L’Oréal Paris, che – come suggerisce lo stesso nome – proteggerà i capelli dai danni del calore del phon, della piastra o del ferro arricciacapelli, lasciando la chioma lucente e setosa. Quindi, separate i capelli in ciocche, facilitando così la messa in piega con il ferro.

Lavorate le ciocche ritagliandovi il tempo necessario. Non procedete in fretta, ma fatelo con pazienza, per poter avere un risultato degno di questo nome! Avvolgete dunque la ciocca intorno al ferro, e fate attenzione a non schiacciare troppo i capelli con la pinza di chiusura. Tenete fissa la ciocca per qualche istante, e poi rilasciatela con delicatezza, in maniera uniforme.

Procedete in questo modo, alternando il senso dell’arricciatura, e avvolgete una ciocca in senso orario, una in senso antiorario, e così via, fino all’esaurimento della vostra chioma. Ogni volta che passate il ferro su una ciocca, fissate il boccolo così lavorato sulla nuca: vi eviterà che intralci il lavoro successivo e che, per errore, una ciocca possa essere lavorata due volte (cosa che, evidentemente, finirebbe con lo sfibrare i capelli).

Una volta che avete completato tutte le ciocche, togliete le forcine con le quali avete bloccato le stesse e sciogliete la chioma. Per poter rendere più naturale il vostro risultato, passate le dita in maniera molto delicata tra i capelli. Infine, spruzzate un po’ di lacca e… il gioco è fatto!

Laurea in Economia e commercio, da sempre appassionato di scrittura online e di mondo femminile in particolare: moda, capelli, bellezza.