diffusore

@Volurol – Shutterstock

Come usare correttamente il diffusore sui capelli ricci?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se avete i capelli ricci avrete sicuramente usato almeno una volta un diffusore: il tipico becco per asciugacapelli dalla strana forma che promette di enfatizzare al massimo i vostri riccioli rendendoli perfettamente modellati e vaporosi. Ma spesso l’effetto non è così bello come viene decantato. Come mai? La ragione è sicuramente la manualità: esiste, infatti, un metodo super efficace di usare il diffusore per avere dei capelli ricci altamente definiti.

Leggi anche: Capelli ricci con frangia: tanti look a cui ispirarsi

diffusore

@Olga_Anourina – Shutterstock

A cosa serve il diffusore

Sappiamo che i capelli ricci hanno diverse tipologie, ma questo non è un problema perché il diffusore si prefigge di modellarle tutte: questo strumento può essere usato sui capelli corti o extra lunghi senza differenze. Grazie alla sua particolare forma, il diffusore distribuisce il calore uniformemente e protegge la fibra capillare dal soffio diretto del phon. È ottimo infatti per i capelli danneggiati. I suoi denti, inoltre, separano i capelli alle radici e creano sostanza e volume nella chioma.

Come usare il diffusore

Dopo aver applicato un termoprotettore sulle lunghezze, posizionatevi con la testa all’ingiù e iniziate ad asciugare i vostri capelli con il diffusore, possibilmente usando un calore intermedio ed effettuando un movimento dal basso verso l’alto, come fosse una molla. Questo gesto serve a dare volume extra alla vostra chioma. Se avete i capelli corti, il movimento da fare è lo stesso, ma semplicemente meno ampio.

Dopo aver asciugato la parte frontale e della nuca, sollevate la testa e inclinatela di 90 gradi, così per lavorare su quella precisa zona, facendo gli stessi movimenti. Ripetete questi gesti su ogni parte della testa, mantenendo sempre il diffusore in verticale. Appena avrete finito noterete una chioma boccolosissima!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Editoria e Giornalismo, ha cercato di unire le sue passioni al lavoro, che l'hanno portata ad occuparsi di raccontare storie che vi faranno appassionare. Curiosa ed eclettica, non può vivere senza il suo lago.