staminali capelli

I capelli cadono? Ecco in arrivo le cellule staminali

Dinanzi ai capelli che cadono, un senso di smarrimento è spesso in grado di permeare le menti delle persone che si trovano dinanzi a un simile scenario.

Ma quali sono le ultime novità contro i capelli che cadono? Quali sono le innovazioni che la genetica e la tecnologia stanno fornendo a tutte le persone che stanno sperimentando la perdita di capelli?

Scopriamole insieme!

Cellule staminali per avere nuovi capelli

La soluzione innovativa che sta facendo meglio sperare i ricercatori alla ricerca di una soluzione contro la perdita di capelli è la generazione di nuovi capelli “da zero” attraverso l’uso di cellule staminali.

In altri termini, invece di affidarsi ai capelli del donatore, la via da seguire potrebbe essere quella di utilizzare le cellule staminali del paziente, al fine di far crescere completamente da zero in laboratorio i follicoli piliferi.

I follicoli potrebbero dunque essere coltivati in quantità illimitate, e innestati sul cuoio capelluto. Molte di queste iniziative si stanno sviluppando in maniera soddisfacente in Asia, e in particolar modo in Giappone e in Corea del Sud, dove tali ricerche sono finanziate dal governo e da aziende private.

Perché sempre l’Asia?

Ma perché queste ricerche si concentrano soprattutto in Asia? E che cosa hanno per il momento in serbo?

Ci sono maggiori investimenti nella ricerca sui capelli in Corea e Giappone, credo a causa delle differenze culturali“, commentava qualche settimana fa Ohsang Kwon, dermatologo dell’ospedale dell’Università Nazionale di Seoul sul Guardian. “Nel mondo occidentale, molti uomini si radono la testa quando perdono i capelli. È difficile farlo nella nostra cultura perché sembra essere un segno di un criminale o di un gangster“.

Differenze culturali a parte, nell’ultimo anno numerosi gruppi di ricerca giapponesi hanno pubblicato degli studi che suggeriscono una svolta importante nella lotta alle calvizie. Alla Yokohama National University, per esempio, gli scienziati guidati da Junji Fukuda hanno sviluppato un metodo sperimentale per generare nuovi follicoli piliferi da cellule staminali in quantità molto più elevate rispetto al passato, e pochi mesi fa gli scienziati del Riken Centre for Developmental Biology hanno lanciato uno dei primi studi clinici in assoluto per l’ottenimento di follicoli piliferi cresciuti interamente grazie alle cellule staminali.

“Speriamo vivamente che gli approcci con le cellule staminali siano un’opzione migliore per i pazienti con gravi perdite di capelli che non hanno sufficienti capelli per procedere al trapianto “, dice Fukuda. “Il trapianto di capelli tradizionale non aumenta il numero di capelli nel cuoio capelluto, ma la medicina hair-regenerative può farlo, in linea di principio, coltivando cellule staminali al di fuori del corpo“.

In futuro, la stampa 3D potrebbe addirittura aiutare a ottenere risultati su larga scala. Alla Columbia University di New York, Angela Christiano sta lavorando alla creazione di “hair farms” utilizzando una griglia di stampi in plastica stampati in 3D che riproducono l’esatta forma dei follicoli piliferi. Una delle maggiori sfide affrontate quando si usano le cellule staminali per far crescere nuovi capelli in condizioni artificiali è che senza i nutrienti naturali forniti dal cuoio capelluto, le cellule inizialmente non “sanno” quello che devono fare. Coltivarle in un ambiente artificiale che sia simile a quello dei capelli, aiuta invece a stimolarle a “fare” un capello.

I possibili problemi

Tuttavia, gli scienziati devono ancora risolvere alcune sfide estetiche. “Dobbiamo affrontare alcune questioni chiave, come: di che colore saranno i capelli?“, afferma l’esperta. “Come lo rendiamo pigmentato? I capelli del paziente sono lisci o ricci, e come possiamo creare questa consistenza quando li coltiviamo in una griglia? Dobbiamo risolvere queste domande prima di poter pensare di iniettarle nel cuoio capelluto dei pazienti”.

Tutto ciò offre evidentemente il potenziale per eliminare definitivamente la calvizie. Ma gli esperti avvertono che non sappiamo ancora se tali metodi siano sicuri o se possano finire con l’essere esteticamente piacevoli. E anche se lo fossero, il costo probabilmente li renderà accessibili solo ai più ricchi.

In realtà ci sono molti, molti problemi. Se crei un nuovo mini-organo da zero, devi stare molto attento che questo organo non sfugga al controllo e non diventi un male. Deve anche crescere in un modo che abbia un aspetto naturale” – ha concluso.

Rivitalizzare i follicoli esistenti

C’è poi un’altra tecnica che potrebbe rappresentare un’utile speranza contro la calvizie. In altri termini, piuttosto che cercare di far crescere follicoli completamente nuovi, è possibile concentrare gli sforzi nel cercare di far rivivere quelli che abbiamo già. Anche le persone completamente calve hanno infatti ancora 100.000 follicoli piliferi su tutto il loro cuoio capelluto. Solo che, semplicemente, non si possono vedere.

Sono miniaturizzati, quindi, invece di fare un normale fusto di capelli lunghi, ne fanno solo uno minuscolo, visibile al microscopio“, dice. “Ma l’organo è ancora lì. Quindi, per risolvere il problema della calvizie, non abbiamo bisogno di un solo follicolo pilifero, dobbiamo solo far sì che quelli già presenti lavorino correttamente. Se potessimo ritrasformare questi follicoli miniaturizzati in follicoli grandi, non avremmo bisogno di un singolo trapianto di capelli”.

Ma c’è un modo realmente innovativo per farlo? Attualmente, esistono alcuni farmaci, come la ciclosporina, un immunosoppressore che causa la crescita indesiderata di peli come effetto collaterale. Studiando questo effetto collaterale, i ricercatori stanno cercando di identificare un percorso completamente nuovo per stimolare i follicoli piliferi. Si  stanno analizzando alcuni principi di base per il controllo della crescita dei capelli al fine di trovare una nuova classe di farmaci per capelli.

Anche se il Santo Graal della perdita dei capelli rimane ancora una visione lontana, ci sono trattamenti abbastanza promettenti in cantiere per permettere anche agli individui calvi di sognare nuovi capelli.

Capelli Style, il magazine online di riferimento su tagli di capelli, acconciature, mode e colori!