trapianto di capelli

Dietro il trapianto di capelli c’è un vero e proprio business: ed è la Turchia, lo Stato in cui circola più denaro per operazioni di questo tipo e che attira uomini da ogni parte del mondo.

Secondo la BBC il business dietro il trapianto di capelli si aggira intorno a un miliardo di dollari.

E c’è una ragione se la Turchia sta attirando e continua a ospitare migliaia di visitatori l’anno. I dati sono da capogiro, perché solo a Istanbul sono presenti più di 400 cliniche specializzate a un prezzo decisamente economico.

La perdita di capelli e la calvizie – parziale o totale- sono uno dei problemi più comuni soprattutto tra gli uomini. Uno dei motivi che scoraggia l’operazione di trapianto capelli è il suo costo, non proprio alla portata di tutti.

In Turchia l’operazione in una clinica specialistica può andare dai 1500 ai 2000 euro contro i 25.000 euro degli Stati Uniti. Una netta differenza che spinge anche i più timorosi a compiere una scelta simile.

Il turismo medico in Turchia è un boom che smuove miliardi di dollari e coinvolge principalmente Europa e Paesi Arabi ma sta pian piano arrivando anche oltreoceano.

Una nuova forma di turismo in Turchia

La Turchia negli ultimi anni ha sofferto i numerosi attentanti terroristici, tuttavia si sta risollevando grazie a questa nuova forma di business.

trapianto capelli

Le cliniche che effettuano l’operazione di trapianto capelli sono altamente specializzate e operano secondo le più moderne tecniche per trattare il problema.

Si contano circa 5mila interventi al mese, eseguiti con tecniche all’avanguardia, grazie al metodo F.U.E. (Follicular Unit Extraction), ossia l’estrazione di unità follicolare, un procedimento chirurgico poco invasivo che consiste nella teleregistrazione di unità follicolari e nel successivo reimpianto nelle zone carenti di capelli.

Prezzo e durata dell’operazione

La differenza di prezzo dai 25.000 euro negli USA ai 2000 euro in Turchia è a dir poco considerevole. Inoltre, i trapianti di capelli qui sono all’ordine del giorno, e non necessitano di lunghi tempi di attesa, come potrebbe accadere in Italia.

L’intervento chirurgico dura solitamente dalle 6 alle 9 ore a cui si aggiungono dai due ai tre giorni successivi, nella struttura, per monitorare la fase post operatoria.

Come si potrà ben capire si tratta di un espediente che fa guadagnare alla Turchia milioni, provenienti anche dalla nostra Italia.

Secondo i numeri di Aratravel, un’agenzia viaggi in Puglia, sono circa 7mila gli italiani a spostarsi ogni anno in Turchia per dire addio alla loro calvizie. E tra questi un’affluenza molto alta viene dalle regioni del Sud Italia.