Il possedere una bella chioma riccia può offrire molti e piacevoli vantaggi perché le capigliature ricce hanno la sana abitudine di restare “a posto”, ordinate (un ordine “riccioluto”, ma sempre ordine) per molto più tempo rispetto alle capigliature di altra natura. Oltretutto, e non è un vantaggio da poco, i capelli ricci tendono a mascherare il fatto di essere sporchi in maniera molto più sensibile dei capelli lisci, ma non solo, anche di quelli solo ondulati o mossi. Ma, come vedremo tra poco, nascondono un problema: è più difficile asciugare i capelli ricci!

Capelli ricci: tutte rose e fiori?

Beh, non proprio, anzi, chi possieda una bella chioma riccia spesso tende a valutarne più gli aspetti negativi che quelli positivi e le lamentele partono soprattutto da un problema: asciugare i capelli ricci è abbastanza più difficoltoso e seccante rispetto alle capigliature con capelli di altra natura.

Asciugare i capelli ricci: da qui possono nascere i problemi

Asciugare i capelli ricci vuol dire anche aggiustarli mentre li si asciuga perché, più degli altri tipi di capelli, una volta asciugati tendono a voler rimanere così come erano appena asciugati e, a volte, se non ci si pensa durante l’asciugatura, l’effetto finale può essere molto distante dalle nostre intenzioni e ben poco bello a vedersi ed alla moda.

Lavare bene per poi asciugare i capelli ricci con successo

Sembra ovvio, ma è bene ricordarlo. Scegliamo, innanzitutto, i prodotti realizzati specificamente per il lavaggio dei capelli ricci. Esistono prodotti specifici soprattutto con le caratteristiche “anti-crespo” e sono quelli che dovremo preferire. Esistono anche dei prodotti con la caratteristica “anti-districante”, ma stiamo attente che questa funzione non sia troppo vigorosa perché altrimenti potremmo rischiare di far perdere la forma alla nostra bella capigliatura riccia.

Asciugare i capelli ricci senza stressarliasciugare i capelli ricci

Ok, lavati con i prodotti giusti, adesso andiamo ad asciugare i capelli ricci. Iniziamo con il tamponarli con l’asciugamani, ma attente a non stressare la chioma riccia, neanche con l’asciugamani. Con i capelli ancora umidi, procediamo con l’applicazione dei prodotti per modellare i nostri bei capelli ricci, scelti tra una buona schiuma o un buon gel. Se scegliamo una schiuma, prestiamo la debita attenzione al livello di tenuta stampigliato sulle confezioni di questi prodotti per sapere in anticipo se quella specifica schiuma produce risultati più o meno “attaccati”.

Per una buona applicazione del prodotto modellante, pettiniamoci prima la capigliatura e poi andiamo a “scombinarla” con le mani ben “cosparse” di gel o di schiuma. Per chi avesse (anche se accade raramente per chi abbia una chioma riccia) i capelli grassi, eviti di stendere il prodotto fino alla radice del capelli perché rischierebbe di far sì che i suoi capelli si sporchino prima del dovuto.

Asciugare i capelli ricci: come usare il phon

Dopo l’applicazione dei prodotti modellanti, passiamo alla modellazione, appunto dei ricci con le mani e subito dopo, finalmente, passiamo ad asciugare i capelli ricci con il phon, rigorosamente munito di diffusore.

A seconda del tipo di volumi che vogliamo ottenere decideremo se effettuare l’asciugatura con la testa rivolta verso il basso o meno. E’ chiaro che se optiamo per la testa piegata verso il basso otterremo volumi molto più “importanti”. Altrimenti, testa verso l’alto, partiamo dalle punte e, giunti alle radici, effettuiamo un movimento rotatorio.

E’ piuttosto comune, in chi utilizzi i diffusori, appoggiarlo direttamente sopra i capelli: mai abitudine fu più cattiva di questa! Bruceremo le punte e saremo costrette a tagliarle via! Optiamo, dunque, per una certa distanza tra il diffusore e le punte dei nostri capelli ricci, tanto, è bene saperlo, il tempo di asciugatura è pressappoco lo stesso.

Capelli ricci: Tagli ed acconciature per il 2019