Crema con protezione solare: quando iniziare a metterla per evitare disastri

Quali sono i migliori consigli per proteggere la pelle dai danni del sole? Ora che si avvicina la bella stagione e noi non vediamo l’ora di fare delle vere e proprie immersioni tra acque cristalline e tintarelle prolungate, dovremo anche renderci conto che alcune accortezze saranno necessarie per la salute della nostra pelle.

-Indossa sempre una crema solare, tutto il giorno, tutti i giorni.
-Evita di stare sotto il sole cocente durante le ore di punta, normalmente tra le 10:00 e le 16:00.
-Trova un po’ di ombra e non abbronzarti mai per lunghi periodi di tempo consecutivi.
-Indossa un cappello da baseball o qualche altro a tesa larga e modaiolo
-Indossa SPF 50. Questo ci porta alla domanda successiva: c’è bisogno di indossare la protezione solare quando piove o è nuvoloso? L risposta è chiaramente sì, e noi adesso vi spiegheremo il perché.

Crema con protezione solare: quando iniziare a metterla

C’è un mito che dice che non hai bisogno di protezione solare quando piove o è nuvoloso, ma non è vero. Una volta fuori, siamo esposti ai raggi UV. I raggi attraversano sia la pioggia che le nuvole, quindi avrai bisogno di protezione contro i dannosi raggi UVA e UVB che penetrano diretti nella tua pelle. SPF sta per Sun Protection Factor, spesso seguito da un numero, ad es. “30”. Il numero indica quanto bene la crema solare protegge la pelle dalle scottature. Diciamo che occorrono 300 secondi perché la pelle si bruci con la crema solare e 10 secondi per bruciarla senza. 300 è diviso per 10, che è 30. L’SPF è 30. Spiegazione breve: è il fattore di protezione della tua crema solare.

Qual è la differenza tra SPF 30 e SPF 50?
Come indicato sopra, il numero dietro SPF indica quanto bene la crema solare protegge la pelle dalle scottature. Sfortunatamente, nessuna crema solare può bloccare il 100% dei raggi UV, ma sappiamo che SPF 15 blocca il 93% dei raggi UVB, SPF 30 blocca il 97% dei raggi UVB e SPF 50 blocca il 98% dei raggi UVB. Di conseguenza, la differenza tra 30 e 50 è di circa l’1%. I danni che comporta non mettere nessuna di queste protezioni, sono immensi, dalle tediose macchie solari a delle vere e proprie bruciature, fino ad arrivare ai melanomi. Proteggersi è bene, farlo tutto l’anno è meglio.

Uomo e capelli bianchi, un rapporto complesso: cosa fare quando compaiono