Cuoio capelluto che prude? I rimedi naturali per alleviare il fastidio

Non è un caso se nel linguaggio popolare i grattacapi indicano le preoccupazioni: non piacciono a nessuno! Purtroppo, però, il cuoio capelluto irritato è un problema comune a molti, e può essere dovuto a diversi motivi. Scopriamo quindi perché il tuo cuoio capelluto ti tormenta e i rimedi naturali più efficaci per prendersene cura e placarlo.

Leggi anche: Come riconoscere il tipo di porosità dei nostri capelli per averli forti, sani e belli

Le cause

Se il cuoio capelluto si irrita, le cause possono essere molte. Tra le più frequenti ci sono sicuramente lo stress e l’inquinamento, ma non solo. Alcuni dei fattori scatenanti possono essere disturbi come dermatiti o psoriasi, ma anche l’uso di uno shampoo troppo aggressivo o di una spazzola sbagliata, oppure l’abuso di tinte e decolorazioni. Qualche volta, è sufficiente anche aver preso troppo sole sulla testa. In ogni caso, se il problema non si risolve nel giro di un paio di giorni, è molto consigliabile vedere un dermatologo.

I rimedi naturali

Il cuoio capelluto è una parte della cute molto sensibile, quindi è importante prendersene cura per evitare irritazioni, prurito e magari anche forfora e desquamazione, che oltre ad essere antiestetiche sono anche parecchio fastidiose. Vediamo quali sono i rimedi naturali più efficaci per prendersi cura della propria testa.

Assumere probiotici

I probiotici sono batteri organici che favoriscono l’equilibrio del nostro organismo e quindi fanno molto bene ai capelli e alla salute del cuoio capelluto. I probiotici mantengono alte le difese immunitarie e riequilibrano il Ph della pelle, rendendola sana e luminosa, oltre a rallentare la caduta dei capelli, che appaiono più folti e lucente.

Utilizzare erbe naturali e oli essenziali

Per placare la cute infiammata e arrossata, sono molto efficaci alcune erbe naturali e oli essenziali, da applicare direttamente sulla zona: si può ricorrere a estratti di ortica e salvia, all’olio essenziale di lavanda, fare impacchi di camomilla o anche applicare gel a base di aloe vera, estratta direttamente dalla pianta. Per calmare il prurito sono molto efficaci l’olio di argan e di jojoba, da emulsionare con un po’ d’acqua. In caso di bruciore o secchezza, invece, l’ideale è l’olio di iperico, dalle proprietà cicatrizzanti ed emollienti.

Massaggi con scrub

Uno shampoo troppo aggressivo, i residui dei prodotti per lo styling, le polveri sottili derivanti dall’inquinamento atmosferico, il sebo e la forfora sono un’oggettiva seccatura. Per liberarsene e avere una chioma morbida e lucente, è necessario purificare il cuoio capelluto. Un massaggio con uno scrub adatto al proprio tipo di capelli una, massimo due volte a settimana potrebbe essere un’ottima idea. Si applica massaggiando delicatamente tutta la testa e facendo una leggera ma costante pressione con i polpastrelli.