Vai al contenuto

Guide

Impacchi naturali: uno per ogni tipo di capello

In tutto il mondo si sta diffondendo la tendenza a nutrire i propri capelli attraverso delle maschere naturali da preparare in casa. Veri e propri portenti fai-da-te che vi permetteranno di poter sfoggiare una chioma migliore, senza tuttavia rinunciare alla tradizionale e sostanziale necessità di nutrire i capelli senza sostanze chimiche e potenzialmente dannose.

Ma quali sono le maschere da applicare per le singole tipologie di capello? In linea di massima, per quanto concerne i capelli crespi e ricci sarebbe opportuno cercare di renderli più morbidi e pettinabili. Una buona “ricetta” è quella della bollitura di un pugno di riso in due bicchieri di acqua non salata. Dopo averlo scolato, conservate l’acqua di cottura che, una volta raffreddata, potrebbe essere versata sui capelli dopo lo shampoo, e lasciata agire per 5 minuti.

Le donne che hanno i capelli lisci potrebbero invece cercare di applicare un’altra ghiotta ricetta mescolando 250 grammi di yogurt di soia con un cucchiaino di bicarbonato e di succo di limone. Dopo aver ottenuto una consistenza omogenea, applicatela solo alla radice dei capelli e lasciatela riposare per 40 minuti. Quindi, risciacquate con acqua tiepida.

Per quanto attiene i valori colori, le donne che hanno i capelli morti potrebbero predisporre una utile maschera al gel di aloe vera, polvere di cacao amaro, sciroppo d’agave, latte di cocco: ne otterrete un bel prodotto da applicare, massaggiando, sui capelli. Per le bionde che desiderano mantenere le schiariture, birra e camomilla sono sicuramente il top.

L’ortica tra i capelli pizzica ma fa miracoli per la crescita: ecco come usarla