inversione capillare

@ Viacheslav Iakobchuk / 123rf.com

Inversione capillare: la tecnica che promette la crescita rapida dei capelli. Ma funziona?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’inversione capillare è una tecnica che stimola la crescita dei capelli, portandoli quindi ad allungarsi in breve tempo. Ma funziona? In questo articolo riportiamo le parole della tricologa Rhayssa Oliveira.

Leggi anche: Massaggio al cuoio capelluto: benefici e come farlo

Cos’è l’inversione capillare?

L’inversione capillare consiste nel tenere la testa capovolta per incrementare la crescita dei capelli. Ecco le parole di Rayssha Oliveira:

La tecnica afferma che invertendo la testa aumenta la circolazione e la nutrizione del cuoio capelluto.

Ma questa tecnica funziona davvero? Secondo la tricologa non ci sono prove scientifiche che ne dimostrino l’efficacia, per tanto invocare l’inversione capillare per garantire ai nostri capelli di crescere non sembra essere la scelta adatta:

Conoscendo il corpo umano e la struttura del cuoio capelluto, dobbiamo capire che è molto ricco di vasi sanguigni e cellule specifiche. Pertanto, semplicemente stare a testa in giù non farà sì che i nutrienti necessari agiscano più velocemente sul follicolo pilifero.

La circolazione del cuoio capelluto, infatti, è composta da un microcircolo che funziona normalmente e indipendentemente dalla posizione in cui si trova la testa. Per stimolare la crescita dei capelli, quindi, non occorre guardare all’inversione capillare, bensì cimentarsi in un ben fatto massaggio al cuoio capelluto:

Ci sono procedure con supporto scientifico e sicurezza, come l’esempio del massaggio dei capelli e degli oli vegetali ed essenziali.

Rhayssa Oliveira, inoltre, mette in guardia chiunque voglia provare l’inversione capillare: questa tecnica può favorire alcuni disturbi fisici per chi già ne soffre. Ecco le parole dell’esperta:

Le persone con anamnesi cardiaca, nausea, vertigini, labirintiti, problemi agli occhi e alla colonna possono presentare problemi di salute dovuti a cambiamenti nel normale flusso del sistema corporeo. Un ultimo consiglio è di ricordare che il cuoio capelluto è pelle, dobbiamo mantenere una buona routine di cura, uno stile di vita sano, poiché il nostro follicolo pilifero è collegato a tutto il nostro sistema corporeo.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e dell'armocromia. Ama sperimentare prodotti per capelli e indossare accessori etnici e dai colori vibranti.
Seguici su Facebook

Approfondimenti, rumors, scoop, indiscrezioni, guide, fotogallery, video e tanto altro ancora.

Se su Instagram?

Seguici anche sulla nostra pagina Instagram, migliaia di foto tutte per te!