capelli senza shampoo

Lo shampoo è un elemento fondamentale per mantenere sani i nostri capelli, e pulito il nostro cuoio capelluto. Tuttavia non sempre è possibile o conveniente lavarsi i capelli con il nostro “amico” shampoo: ne consegue che è oggi possibile cercare di correre ai ripari con specifici prodotti che possano provvedere a lavare e idratare i capelli, andando a utilizzare dei rimedi naturali.

Come sottolineava il magazine Lifestyle di Yahoo, i rimedi non sono certamente pochi. Basti considerare, ad esempio, alla possibilità di utilizzare della farina di ceci, che può assorbire il grasso presente nella cute: sarà sufficiente utilizzarlo come una sorta di impacco unendo un cucchiaio di farina di ceci con acqua tiepida e due cucchiai di aceto, e mescolare il tutto.

Ancora, sarà possibile utilizzare dell’argilla bianca, che potrà asciugare i capelli dal sebo in eccesso, contrastando pertanto l’insorgenza dei capelli grassi. Per realizzare questo impasto naturale avremo bisogno solamente di quattro cucchiai di argilla bianca, due gocce di olio essenziale (come il limone), mezzo bicchiere di acqua tiepida e mescolare tutto per bene.

Altri rimedi sono ascrivibili al sempre presente bicarbonato (da utilizzare in maniera molto cauta diluendolo in abbondante acqua tiepida) o il limone e l’aceto di mele, ottimi detergenti che – attenzione! – funzionano anche come schiarenti.

Lavare i capelli tutti i giorni fa male, ecco come evitare di rovinarli

Cura dei capelli, ecco perchè troppi shampoo fanno male!

In primo luogo, ricordate che il cuoio capelluto è una “macchina” che generalmente tende ad autoregolamentarsi. In altri termini, il cuoio capelluto produce naturalmente sebo (una sorta di “olio”) con il quale punta a idratare i capelli, lasciandoli morbidi e setosi (a meno che la produzione di sebo non sia eccessiva, ma quello è un altro discorso!).

Ne consegue che lavando i capelli tutti i giorni andrete a rimuovere questo film protettivo, lasciando la chioma visibilmente più secca e spenta. Lasciando invece passare un po’ di tempo tra uno shampoo e l’altro otterrete tutti i vantaggi derivanti dalla presenza del sebo prodotto dalla cute, con i capelli che risulteranno sicuramente più lucidi e più brillanti. Meglio pertanto fare di tutto per poter sfruttare la riserva oleosa del cuoio capelluto, eventualmente aiutandosi anche attraverso l’uso di una spazzola a setole piatte per distribuire gli oli dalla radice alle punte.

Ricordate che, per certi versi, i capelli sono come gli abiti che indossate: più lavate i capelli e più il colore degli stessi andrà a rovinarsi e a sbiadirsi.

Quel che molte donne, in questo ambito, proprio non sanno, è che la colpa… non è principalmente dello shampoo. Alcuni esperti concordato nel ritenere che il colpevole è principalmente l’acqua, che può dissolvere la tinta. E non è un caso che per poter fare in modo che il colore duri un po’ di più, sarebbe opportuno lasciar passare almeno qualche giorno tra un lavaggio e l’altro, utilizzando nel contempo dei prodotti specifici per i capelli trattati e abbassando la temperatura dell’acqua, valutato che il calore apre le cuticole favorendo lo sbiadimento.

Ad ogni modo, quanto sopra non deve nemmeno indurvi ai comportamenti diametralmente opposti. In altri termini, è bene comunque procedere a un lavaggio ogni qualche giorno, in maniera tale da contrastare sporcizia, impurità e forfora. Tenete inoltre in considerazione che quando si utilizzano molti prodotti per lo styling, se questi non vengono poi sciacquati via regolarmente, i residui tenderanno a depositarsi sul cuoio capelluto, che diventa più debole e maggiormente a rischio di infiammazione.

Oltre ai periodici shampoo delicati, abbiate cura di lavare i capelli una volta al mese con uno shampoo ad azione seboregolatrice, che eliminerà ogni tipo di residuo. Fate attenzione altresì a non abusarne, poiché si tratta di shampoo piuttosto forti, che potrebbero seccare eccessivamente i capelli.

[elfsight_instagram_feed id=”52″]