Matilde Gioli fuori dal set di Doc zero trucco. E capelli wow

Matilde Gioli è un’attrice sempre più amata dal pubblico italiano e anche protagonista di Doc – Nelle tue mani, la fiction con Luca Argentero che in queste settimane è tornata in onda su Rai 1 con la sua seconda stagione. Intervistata da Donna Moderna, Matilde Gioli ha raccontato la preparazione affrontata per prendere parte a Doc, che è uno dei prodotti televisivi più attesi e di successo.

“Per prepararci io e Luca Argentero abbiamo passato alcune giornate insieme a veri medici nel reparto di Medicina interna del Policlinico Gemelli – ha raccontato – Come se fossimo dei tirocinanti, con il consenso dei pazienti, abbiamo assistito alle visite e seguito il giro del Primario”.

Matilde Gioli al naturale e con il nuovo look

In Doc ricopre Matilde Gioli veste i panni della dottoressa Giulia Giordano e appare sempre seria e professionale in camice, tra le corsie del Policlinico Ambrosiano. E dire che prima di buttarsi a capofitto nella recitazione voleva davvero diventare medico: anni fa i test di Medicina anni fa ma, ha raccontato ancora a Donna Moderna, non li aveva superati.

Ma se nella fiction con Luca Argentero è ovviamente quasi sempre “in divisa”, fuori dal set Matilde Gioli si sbizzarrisce in fatto di look. Su Instagram l’attrice milanese classe 1989 non esita a mostrarsi in abiti casual e ma anche con capi all’insegna del glamour e make up favolosi che esaltano il suo viso stupendo.

v
matilde gioli doc capelli look codine senza trucco

Dimenticatevi per un attimo la Matilde Gioli diva e la Giulia Giordano di Doc: svolta di stile nelle ultime ore per l’attrice. Intanto svolta acqua e sapone, visto che in ascensore si è immortalata in un’inedita versione al naturale. Il suo viso è completamente struccato e i capelli sono legati in due mini chignon laterali, una specie di codine come quelle di Sailor Moon. Diversa dal solito (e forse al caldo visti gli abiti leggeri) ma in egual modo bellissima: boom di cuori per lei.

6 tipi di trecce per capelli corti: nulla è impossibile