ottobre rosa

Foto @Sk Elena – Shutterstock

Ottobre Rosa: l’iniziativa che regala visite senologiche a tutte le donne

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ottobre è il mese della prevenzione e per questo motivo in tutta Italia potrete approfittare delle visite e dei controlli gratuiti su tutto il territorio. L’iniziativa “Ottobre Rosa” è presentata dalla Lilt con la Campagna Nastro Rosa. Vediamo di cosa si tratta!

Leggi anche: Cancro al seno: tinte e trattamenti liscianti ne aumentano il rischio

Ottobre Rosa: cos’è

Per Ottobre Rosa si intende un intero mese in cui è possibile sopporsi a una visita senologica gratuita. Dove? Presso tutte le associazioni provinciali e i 400 ambulatori attivi su tutto il territorio nazionale. All’interno di queste strutture verranno anche elargiti consigli e moniti, nonché materiali formativi e ovviamente vari opuscoli dedicati alla causa.

Come fare per prenotare le visite?

Per prenotarsi basterà semplicemente chiamare il numero verde SOS LILT 800 998877 e richiedere tutte le informazioni necessarie. Negli ultimi mesi, la situazione incerta del Paese e la paura per la pandemia, ha portato ancora più solitudine nelle vite dei pazienti oncologici e per questo motivo la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori ha voluto esprimere la sua vicinanza. Il Presidente nazionale della Lilt – Francesco Schilluti – ha voluto commentare così:

Con il lockdown e la paura di poter contrarre il virus, molti pazienti hanno rinviato interventi, visite e terapie. Si stima che non siano stati eseguiti oltre un 1 milione e mezzo di screening senologici: questo ci costerà caro, sia in termini di nuove diagnosi che di spesa sanitaria. Per questo, quest’anno, credo che la nostra consueta iniziativa LILT For Women – Campagna Nastro Rosa, necessiti della massima amplificazione: il tumore della mammella continua ad essere il ‘Big Killer’ delle donne e sebbene sia una malattia sempre meno letale, a livello d’incidenza continua invece a crescere, colpendo anche donne più giovani, nella fascia 30-35 anni: in questo contesto, che conta circa 55.000 nuove diagnosi ogni anno, la prevenzione non deve essere trascurata; allo stesso modo non dobbiamo dimenticare di prenderci cura dell’esercito di oltre 800mila donne in Italia che hanno vissuto l’esperienza del cancro al seno.

Falsi miti sul pap-test

Non abbiate paura di fare il pap-test! Alcuni falsi miti vedono questa visita come qualcosa di invasivo e doloroso, ma non è così! Moltissime giovani donne hanno confessato di non essersi mai sottoposte a questo tipo di screening proprio a causa della paura che gira attorno ai falsi miti. Il consiglio è quello di recarsi da un bravo ginecologo e di affidarsi a lui per ogni dubbio o perplessità. In fondo, ne vale della propria salute.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laurea in Economia e commercio, da sempre appassionato di scrittura online e di mondo femminile in particolare: moda, capelli, bellezza.
Seguici su Facebook

Approfondimenti, rumors, scoop, indiscrezioni, guide, fotogallery, video e tanto altro ancora.

Se su Instagram?

Seguici anche sulla nostra pagina Instagram, migliaia di foto tutte per te!