Friggere è sexy, odorare di fritto no: come togliere la puzza dai capelli senza lavarli

Partiamo dall’assunto che friggere sia il modo migliore di affrontare la vita, ma finiamo anche col dire che la puzza di fritto si attacca veramente ovunque. Ambienti vestiti e soprattutto capelli. Il fritto è sexy, odorare di fritto invece non lo è affatto. Noi di Capellistyle (che per il fritto daremmo una gamba) abbiamo la soluzione a questo inconveniente.

Poniamo il caso in cui hai appena cucinato una cenetta romantica e ha deciso di friggere dei fiori di zucca ripieni (afrodisiaci), lo shampoo non è servito granché, oppure lo hai fatto prima di metterti ai fornelli. Gli ingredienti di cui necessitiamo sono solo tre: 90 gocce di limone; 50 gocce di menta; 10 gocce di eucalipto. Sono proprio questi tre prodotti che andranno inseriti all’interno di un dosatore spray da un litro pieno di acqua. Shakerare ben bene dalle radici alle lunghezze e massaggiamo poi con i polpastrelli la cute, in modo che il mix anti fritto penetri fino alle punte.

Per ultimare il processo, una bella spazzolata ci permetterà di annientare quell’odore di fritto in men che non si dica. Conservare in luogo fresco, lontano dalla luce diretta e agitare bene prima del riutilizzo. Se non abbiamo voglia di assemblare, esiste un altro rimedio che si può acquistare nei negozi specializzati: la polvere per capelli. Si tratta di un composto a base di un particolare amido di alluminio e carbonato di magnesio, entrambi dotati di enorme potere assorbente. Contiene inoltre un film protettivo che intrappola odori ed umidità. Dunque basterà distribuire la quantità di prodotto indicata nelle istruzioni della confezione sui capelli. Lasciare agire per qualche minuto, in base alle indicazioni indicate sulla confezione. Spazzolare delicatamente e a fondo.

Orsetti gommosi che promettono capelli da favola, funzionano? La risposta definitiva