Vai al contenuto

Guide

Capelli glossy glossy e sanissimi, il risciacquo acido è portentoso

Perché usare l’aceto di mele o l’aceto di Kombucha sui capelli? Ebbene, avete mai sentito parlare di risciacquo acido capelli? In questo articolo vi racconteremo come fare, ma soprattutto vi segnaleremo anche delle alternative agli ingredienti commestibili, con cui effettuarlo.

Riequilibra il pH dei capelli e del sebo
I nostri capelli e l’olio naturale che proviene dal nostro cuoio capelluto, noto come sebo, hanno un livello di pH compreso tra 4,5 e 5,5. Se mantenuto a questo livello di acidità, il cuoio capelluto è protetto dalla crescita di funghi e batteri, ciò garantisce capelli e pelle super sani. Sfortunatamente, molti shampoo e altri prodotti per capelli alterano questo pH naturale, ciò può effettivamente influenzare le cuticole dei capelli e le condizioni del cuoio capelluto. L’aceto di mele è naturalmente ricco di acido acetico e ha un livello di pH simile a quello dei nostri capelli. Risciacquare regolarmente con questo tipo di aceto, può aiutare a riportare il cuoio capelluto alla sua acidità ideale. Indicato soprattutto nei casi di capelli grassi.

Risciacquo acido capelli, come e quando farlo ma soprattutto perché

Proprietà antibatteriche e antimicotiche
L’acido acetico nell’aceto è un potente antimicrobico che può uccidere batteri e funghi, cause comuni alla base della forfora e della caduta dei capelli. Un risciacquo con aceto è anche un buon regime preventivo: mantenendo il pH naturale del cuoio capelluto, creerai un ambiente ostile per i funghi e i batteri che causano questi problemi. Il risciacquo, effettuato anche una volta alla settimana, ha portato sollievo a chi soffre di forfora, prevenendo un’ulteriore desquamazione.

Come fare un risciacquo per capelli con aceto di mele
Mescolare e applicare un risciacquo acido per capelli con aceto di mele non potrebbe essere più facile. Mescola una tazza d’acqua tiepida con due o quattro cucchiai di aceto. Dopo aver lavato e risciacquato accuratamente i capelli, versare lentamente la miscela su tutto il cuoio capelluto, inzuppa per bene lunghezze e punte. Puoi anche mettere dell’aceto in un flacone spray e poi spruzzarlo sulla chioma, se sei d’accordo, se questa alternativa la compi con l’aceto puro, senza miscelarlo con l’acqua, un risciacquo è d’obbligo. Massaggia la miscela sul cuoio capelluto, ciò servirà anche a stimolare la circolazione e la crescita dei capelli. Ripeti questo processo da una volta al mese a due volte a settimana, anche se una volta alla settimana è la cadenza più consigliata.

Buzz Cut, il taglio d’ispirazione militare super girlish: chi ha il coraggio?