Roberto Carminati

Foto: @roberto_carminati [IG]

Roberto Carminati inventa la “piega sospesa” per regalare dei capelli meravigliosi a tutte le donne

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se l’idea del “caffè sospeso” suscita grande gratitudine e tenerezza, quello che stiamo per raccontarvi in questo articolo vi stupirà moltissimo. Roberto Carminati, l’hairstylist delle celebrità, ha voluto lanciare una splendida iniziativa: il parrucchiere ha lanciato la “piega sospesa”, invitando così tutte le donne a prendersi cura dei loro capelli, anche non potendoselo permettere. Ma in cosa consiste questo progetto?

Leggi anche: Parrucchieri e centri estetici: il fatturato cala del 70% a causa del covid

Chi è Roberto Carminati?

Il salone di Carminati si trova a Roma e ha delle clienti fisse molto note nel panorama televisivo italiano; sulle sue poltrone si siedono spesso personaggi come Antonella Clerici, Roberta Capua, Alessandra Martines, Massimiliano Rosolino e Natalia Titova. Roberto Carminati, inoltre, è stato anche il primo tutor del programma Detto Fatto quando alla conduzione c’era Caterina Balivo.

Tutti i giorni, il parrucchiere mostrava alle donne da casa come acconciare da sole i propri capelli per renderli meravigliosi, proponendo anche di riciclare diversi indumenti da utilizzare sulle loro chiome. Proprio essendo una persona dalle mille idee, Roberto ha deciso anche di rilanciare il look delle hostess di Alitalia e nel 2016 si è occupato del loro restyling sdoganando il rossetto rosso e gli chignon voluminosi. Ecco cosa ha dichiarato:

In quel periodo viaggiavo spesso in aereo tra Roma e Milano e vedevo sempre queste ragazze illuminate dalla luce degli aerei che avevano un colorito grigiastro. Volevo fare qualcosa.

Le sue innumerevoli idee lo hanno portato a realizzare il progetto della “piega sospesa”, ma in cosa consiste?

Cos’è la “piega sospesa”?

Roberto Carminati ha creato l’iniziativa della “piega sospesa” per tutte le donne che vogliono regalare ad altre donne – che siano amiche o sconosciute – una messa in piega, un colore o un taglio fatto ad hoc in salone. Ecco cosa ha dichiarato il parrucchiere:

Con l’arrivo del covid 19 anche noi abbiamo avuto un calo di affluenza nel salone, alla vigilia di Natale c’erano solo quattro clienti e per fine anno tre. Da quando abbiamo riaperto il 18 maggio 2020 molti hanno rinunciato al parrucchiere e ho visto tanta gente in giro con capelli che mi faceva male al cuore.

Allora ho pensato di adattare il concetto del caffè e della spesa sospesi alla realtà dei parrucchieri. La differenza è che la cliente non la paga in toto, ma solo a metà, il resto lo metto io e loro ricevono un voucher d’argento per una piega, d’oro per un taglio e una piega o di platino per taglio, piega e colore.

E ancora:

Ho scelto questo metodo perché durante la pandemia quando andavo al supermercato vedevo le persone avvicinarsi timidamente a quei cesti dove si raccoglieva la spesa sospesa. Si sentivano a disagio nel prendere qualcosa pagato da altri, allora ho preferito che nel mio salone la cliente lasci un contributo anonimo per la piega che costa 20 euro e il resto lo aggiungo io.

Lei riceve un voucher da regalare a chi vuole e in questo modo si evita l’imbarazzo. I primi due clienti a sposare l’iniziativa, da buoni napoletani, sono stati Roberta Capua e Massimiliano Rosolino. Per me è un progetto che nasce dal cuore e arriva alla testa, l’unica cosa che resta sospesa è la piega!

Una bellissima iniziativa, questa, che speriamo possa spargersi a macchia d’olio ed estendersi anche ad altri saloni d’Italia.

I consigli di Roberto Carminati

Comunque, l’hairstylist delle celebrità ha voluto elargire qualche consiglio alle donne che in questo periodo non sanno come tagliare i propri capelli; le sue parole:

I capelli delle donne saranno più lunghi, non tutte vanno a tagliarli per paura di uscire. Personalmente sposo la filosofia di puntare su tutte le declinazioni del bob, il taglio passepartout. Che sia lob o classico carré è per eccellenza il più femminile, si adatta a tutti i gusti e a tutti i tipi di capelli, è bellissimo su quelli lisci e altrettanto bello su quelli mossi, sottili o più spessi e folti, può avere la frangia o non. Si presta a qualsiasi interpretazione.

Ma il ruolo del parrucchiere è cambiato in questo periodo di pandemia? Carminati risponde:

Adesso è tutto molto più delicato, prima eravamo definiti psicologi ora siamo soprattutto psicologi, la piega di questi tempi la fanno in poche, anche perché le signore non vanno al cinema, al teatro o a cena fuori e sembra quasi un surplus, piuttosto fanno il colore a metà testa e in questi casi spesso il taglio non lo faccio pagare, per cercare di andare incontro alle clienti.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e dell'armocromia. Ama sperimentare prodotti per capelli e indossare accessori etnici e dai colori vibranti.
Seguici su Facebook

Approfondimenti, rumors, scoop, indiscrezioni, guide, fotogallery, video e tanto altro ancora.

Se su Instagram?

Seguici anche sulla nostra pagina Instagram, migliaia di foto tutte per te!