Vai al contenuto

News

Siccità, vietato fare più di uno shampoo di seguito: fino a 500 euro di multa

Fino a 500 euro di multa se decidi di fare un secondo shampoo. Ma facciamo un secondo un passo indietro. Siamo in emergenza idrica, incendi e siccità stanno pian piano prendendo il sopravvento. Il surriscaldamento globale è arrivato ai massimi storici. Un quadro allarmante si delinea attorno alle nostre abitudini. Ad oggi non si esclude il razionamento diurno dell’acqua nelle varie città, per via della siccità.

pixabay.com

Ed è proprio per tale motivazione, per affrontare la pesantissima crisi idrica a cui andiamo incontro e limitare dunque i consumi di acqua, in territorio emiliano un sindaco si è mosso in tal senso. Parliamo del comune di Castenaso, paesino alle porte di Bologna e luogo in cui i parrucchieri e i barbieri dovranno limitarsi a trattare i propri clienti in salone con un solo lavaggio della testa ai clienti: uno shampoo e un risciacquo, tutto qui. In caso di inadempienza la multa risulterebbe davvero salata.

Siccità, a Castenaso ai parrucchieri è vietato fare più di uno shampoo

A prevedere ciò, l’ordinanza anti sprechi siglata dal sindaco di Castenaso, Carlo Gubellini. Un rubinetto lasciato aperto, ha spiegato il comune il Comune, rilascia in media 13 litri al minuto. Proprio per tale motivazione, afferma il sindaco al Corriere di Bologna, “moltiplicando per il numero di parrucchieri, circa dieci, e il numero di abitanti sul nostro territorio, poco meno di sedicimila, significa un risparmio di migliaia di litri d’acqua al giorno”. E’ prevista una sanzione e saranno fatti controlli, “ma l’intento non è punitivo”. “Nessuno ha protestato – ha detto ancora il primo cittadino al Resto del Carlino – hanno capito la ratio dell’ordinanza, che non è vessatoria”. 

Perché in estate è meglio preferire lo shampoo solido a quello liquido